Venerdì un libri giallo. Sabato riflessioni su Ippolito Nievo

30 Novembre 2016

COLLOREDO DI MONTE ALBANO. Venerdì 2 dicembre, nell’ala ovest del castello di Colloredo di Monte Albano (ore 20.30), Vanni DE LUCIA presenta il romanzo giallo “NESSUN COLPEVOLE” di Rocco BURTONE. Un giallo di natura introspettiva e sociale, in cui i protagonisti vivono immersi in un mondo di continui e accesi dibattiti pseudo filosofici tipici di certa società degli anni sessanta. Il ritrovamento del cadavere di una giovane attrice (probabile suicida), accende le fantasie investigative dei protagonisti, che si muovono in un piccolo centro del Friuli (Spilimbergo), alla ricerca di un colpevole. Un maresciallo dei carabinieri e due ragazzini conducono le indagini. Ma la ricerca del colpevole porta anche a scoprire i modelli di vita e di pensiero dei protagonisti. Accompagnamento musicale con la chitarra di Rocco BURTONE. La serata è aperta a tutti ed è ad ingresso libero.

Per la nona edizione di SOTTO I CIELI DI IPPOLITO, sabato 3 sempre alle 20.30 e sempre nell’ala ovest, è prevista una serata di letture e riflessioni sulle opere di Ippolito Nievo (in particolare La Santa di Arra) con Vanni e Antonio De Lucia attori, Paolo Medeossi giornalista. Ospite: Romano Vecchiet, direttore della Biblioteca civica Joppi di Udine. Il tema sarà il treno in Friuli a metà Ottocento, tra documenti d’archivio e riferimenti letterari: Caterina Percoto e Ippolito Nievo. Accompagnamento musicale Andrea Casaccio, chitarra.

La Santa di Arra venne pubblicato nel settembre del 1855 a Milano sulla prestigiosa rivista letteraria Il Caffè, fondata quasi cent’anni prima dall’intellettuale illuminista Pietro Verri. La storia, delicato affresco di vita contadina, si sviluppa tra il Friuli collinare a nord di Udine, che l’autore conosceva bene per le sue frequentazioni a Colloredo di Monte Albano, e un coraggioso, per il tempo, viaggio in treno, che porterà la protagonista, l’umile e forte Santa, fino in quel di Brescia per assistere il fratello, colà coscritto, rimasto vittima della terribile epidemia di peste che ha colpito quella città. La serata è aperta a tutti ed è ad ingresso libero.

Condividi questo articolo!