Un’intervista a Noa apre domani Isola delle donne

6 Maggio 2021

GRADO. Cosa resterà, di noi, dell’umanità, della nostra gioia di vivere, del dono prezioso dell’amicizia e dell’amore? Questi gli interrogativi che hanno ispirato i brani del nuovo disco di Noa, “Afterallogy”, uscito lo scorso 30 aprile, l’ultima fatica della cantante e autrice israeliana di origini yemenite con un fortissimo legame per l’Italia, che sarà protagonista venerdì 7 maggio della seconda giornata di Grado Isola delle Donne, festival promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Grado. In un evento, alle 11, in diretta streaming sulle pagine Facebook e YouTube del Comune di Grado, organizzato in collaborazione con il festival Onde Mediterranee di cui sarà ospite il prossimo 27 luglio, Noa sarà intervistata dalla giornalista Sara Del Sal per raccontare le donne, la loro umanità, il loro contributo determinante di intraprendenza e compassione per provare a uscire da questo anno drammatico e doloroso per tutti.

Il festival nella sua versione digitale prosegue nel pomeriggio nel segno della scrittura al femminile, insieme a quattro autrici amate dal pubblico di tutte le età. Alle 17.30, la curatrice di Pordenonelegge Valentina Gasparet intervista Chiara Carminati, creatrice di storie, poesie e testi teatrali per bambini, impegnata in corsi e laboratori di promozione della lettura e della scrittura. A Grado Isola delle donne presenta il suo ultimo libro “Un pinguino a Trieste” (Bompiani Ragazzi), un romanzo di crescita e di scoperta del mondo in cui si scopre che c’è posto anche per un piccolo pinguino vero, clandestino a bordo dell’Europa e poi consegnato a una lunga, onorata carriera come mascotte della città di Trieste. Quinto di una serie di volumi con cui il gruppo di giornaliste e scrittrici Controparola, formato nel 1992 su iniziativa di Dacia Maraini, “Donne al futuro” (Il Mulino) sarà sfogliato, domani alle 18.30, dalla coautrice Eliana Di Caro, scrittrice e redattrice della Domenica de Il Sole 24 Ore, sempre in compagnia di Valentina Gasparet. Il volume è composto da una serie di ritratti di donne – da Ilaria Capua, a Bebe Vio, Sara Gama capitana della nazionale di calcio femminile, a Ilaria Cucchi, la regista Emma Dante, la street artist Alicè – colte questa volta non più nella storia, ma nel presente: donne che con il loro impegno nei diversi campi contribuiscono alla società di domani e forse a renderla migliore.

L’astro nascente della filosofia italiana, una delle voci più originali del nostro panorama culturale, Ilaria Gaspari, dopo il grande successo di Lezioni di felicità, torna alla scrittura e presenta, al festival, il suo nuovo libro “Vita segreta delle emozioni” edito da Einaudi. Un saggio filosofico e un viaggio autobiografico contro l’analfabetismo emotivo nel quale si legge «mi ci è voluto molto tempo per comprendere che essere emotivi non significa essere instabili o squilibrati: solo essere vivi, aperti e vulnerabili all’esperienza del mondo».

Marinella Chirico, giornalista Rai, conduce alle 20.45 l’atteso incontro con l’attrice, scrittrice, conduttrice televisiva Veronica Pivetti. Una chiacchierata a tutto tondo, a partire dal suo libro “Per sole donne” (Mondadori) per scoprire e approfondire la sua particolare attenzione al mondo delle donne, quelle violate, offese, calpestate e perfino uccise a cui da anni dà voce nella trasmissione di Rai3 “Amore criminale”.

Si rinnova anche domani l’appuntamento alle 16.30 con il tour virtuale sulle tracce di Maria Callas e Pierpaolo Pasolini durante le riprese del film Medea nella laguna gradese, dal titolo “Divina Laguna”: un format interattivo a prenotazione obbligatoria ideato e condotto da Giulia Naitza sulla piattaforma Lapwing tours.

Per prenotarsi e ricevere il link su piattaforma, scrivere alla mail isoladelledonnegrado@gmail.com

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!