Un’anima recalcitrante che non voleva nascere…

2 Febbraio 2017

GORIZIA. Una produzione d’autore, firmata da Teatri di Bari e Senza Piume Teatro su drammaturgia e regia di Damiano Nirchio, approda sabato 4 febbraio a Gorizia (ore 16.30), nell’ambito della 18^ Stagione Teatrale “Pomeriggi d’inverno”, vetrina del Teatro di Figura in Friuli Venezia Giulia. Sarà come sempre il palcoscenico del Kulturni Center Bratuž a Gorizia (Viale XX settembre 85) ad accogliere la pièce: “Ahia!”, una surreale e agrodolce storia ambientata in un misterioso ”ufficio nascite”, racconta di un’anima che proprio non ne vuole sapere di venire al mondo.

Con la magia del Teatro di Figura per attore e pupazzi, lo spettacolo punta dunque i riflettori su questa recalcitrante animella che si rifiuta di nascere, anche se il Signor Direttore le ha provate tutte per convincerla. Ma niente … Malgrado le altre si diano grandi spintoni pur di arrivare faccia a faccia con la vita, lei non ne vuole sapere. Così una signora anziana le racconterà cosa vuol dire essere bambini, affrontare le piccole e grandi difficoltà della vita: la delusione, la paura di non farcela, la malattia. Ma le racconterà anche la gioia della vita, e la consapevolezza che forse, proprio come nelle fiabe, senza quegli scomodi “Ahia!”, non si può costruire nessuna felicità. Una tenera parabola “iniziatica” sulle asperità della vita e sulla necessità di affrontarle: in scena gli attori-animatori Lucia Zotti e Raffaele Scarimboli.

Prenotazioni e biglietti al CTA tel. 0481.537280, www.ctagorizia.it Promossa come sempre dal CTA – Centro di Teatro d’Animazione e Figure, la Stagione dei “Pomeriggi d’inverno”, per la direzione artistica di Roberto Piaggio e Antonella Caruzzi, è realizzata in collaborazione con la Regione Fvg e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e inoltre con il Comune di Gorizia, la Fondazione Carigo e la Banca Popolare Etica.

Intanto, nel mese di febbraio prendono il via anche i laboratori e spettacoli del progetto “I colori del teatro”. Per le Scuole dell’Infanzia e le Scuole Primarie si parte dal laboratorio “I gesti del mondo”, condotto da Erica Pacchioni con lezioni ritmico/musical/coreografiche basate sulla comunicazione non verbale. E a siglare l’inaugurazione del progetto sarà, lunedì 20 febbraio, il debutto del nuovo spettacolo di produzione CTA, “I vestiti nuovi dell’imperatore”, di scena nei plessi scolastici cittadini fino al 24 febbraio e quindi dal 6 al 10 marzo e dal 20 al 24 marzo. La pièce, tratta dalla celebre fiaba di Andersen, punterà i riflettori sulla vanità del potere e la necessità di pensare con la propria testa, testimoniando le proprie opinioni con coraggio.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!