Una Primavera, documentario sulla violenza domestica

18 Dicembre 2019

PORDENONE. Dopo 40 anni di matrimonio, a seguito dell’ennesimo episodio di violenza domestica, Fiorella decide di lasciare il marito e la sua casa. La figlia Valentina prende la telecamera e decide di seguire i primi passi della madre in un futuro sconosciuto, un processo tanto doloroso quanto purificante. Una Primavera, opera intima della regista Valentina Primavera, sarà a Cinemazero giovedì 19 dicembre alle 20.45 per il secondo appuntamento de Il Mese del Documentario, il festival diffuso sul tutto il territorio nazionale diretto da Pinangelo Marino, direttore Quaderno del Cinemareale e coordinato da Maud Corino.

Valentina Primavera

Un ritratto lucidamente crudele della violenza comune e atavica che paralizza la società italiana. La regista, infatti, accompagna lo spettatore tra le mura domestiche, nei luoghi delle urla, raccontando una donna prigioniera di un matrimonio sbagliato, schiacciata da un uomo violento e paralizzata da una mentalità di provincia, che ancora oggi difende un’ideologia maschilista dietro l’alibi della sacralità della famiglia. Un’opera prima straordinariamente toccante e mai scontata da cui traspare costantemente l’amore della regista per la madre e il bruciante desiderio di vederla libera.

Il Mese del Documentario, evento annuale dedicato al grande cinema documentario contemporaneo, è organizzato da Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani con il supporto di Mibact – Direzione Generale Cinema, Regione Lazio, in collaborazione con Casa del Cinema, Zetema, Kinema – Associazione Culturale, e con il patrocinio dell’Università di Roma Tre Dipartimento Filosofia Comunicazione.

Condividi questo articolo!