Una piccola mostra ricorda la Famiglia Michelstaedter

24 Gennaio 2020

GORIZIA. In occasione del Giorno della Memoria, dedicato al ricordo delle vittime della Shoah, la Biblioteca statale Isontina ricorda la madre e la sorella di Carlo Michelstaedter, arrestate nel novembre 1943 e deportate ad Auschwitz, presentando ai suoi utenti alcuni documenti del fondo librario Morpurgo Michelstaedter acquisito nel 2018 e descritto nel recente volume “La cassa dei libri, La famiglia Michelstaedter e la Shoah”, a cura di Marco Menato e Simone Volpato. (Crocetta del Montello, Antiga Edizioni, 2019). Il testo sarà presentato ufficialmente il 3 febbraio all’università Ca’ Foscari di Venezia.

“La cassa dei libri”, edito con il contributo della Biblioteca statale Isontina di Gorizia e della libreria antiquaria Drogheria 28 di Trieste, contiene il catalogo dei libri affidati da Elda Michelstaedter a famiglie amiche per metterli in salvo e una serie di saggi sulla storia del secondo ritrovamento della Biblioteca Michelstaedter, sulla famiglia Michelstaedter, sulle vicende di Emma, Elda e Paula durante la seconda guerra mondiale e sul rapporto di Carlo con libri e biblioteche.

La piccola esposizione della Bsi, già allestita al primo piano e visibile fino al 7 febbraio, comprende l’elenco dei libri, del padre e del fratello, dattiloscritto da Elda il 17 ottobre 1943 (Bibl. Mich. 364) e la riproduzione di una fotografia degli anni Trenta che ritrae l’anziana madre di Carlo Michelstaedter con le due figlie.

Condividi questo articolo!