Una mostra sul campo di concentramento di Gonars

25 Settembre 2018

UDINE. Giovedì 27 settembre alle 12 nella Sala Valle di Palazzo Morpurgo a Udine ci sarà la conferenza stampa di presentazione della mostra “1942-43: la Storia che ci ri-guarda. Il dottor Mario Cordaro e gli artisti sloveni e croati nel campo di concentramento di Gonars”. La mostra, curata dalla dott.ssa Monica Emmanuelli e dalla prof.ssa Paola Bristot con allestimenti dell’arch. Marco Pasian, è stata realizzata dall’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione e dallo studio VivaComix, in collaborazione con il Comune di Udine, Udine Musei, il Muzej Novejše Zgodovine Slovenije, il Centro medico Coram e grazie al contributo della Regione.

In mostra sarà esposta una raccolta di disegni originali realizzati da internati del Campo di concentramento di Gonars e donati in segno di riconoscenza al dottor Mario Cordaro, medico del campo dal 1942 al 1943. Nel Dopoguerra la collezione si ampliò grazie ai rapporti di amicizia instaurati con alcuni degli artisti prigionieri. Lo scultore Nikolaj Pirnat realizzò anche un busto in gesso, ora esposto al Museo di storia contemporanea della Slovenia a Lubiana, del quale sarà esposta la copia in bronzo, di proprietà della famiglia Cordaro. Saranno inoltre presentati documenti d’archivio, strumenti clinici d’epoca e un prezioso prestito del Museo di Storia contemporanea della Slovenia che offre un prospetto più ampio e completo del difficile periodo in cui il dottor Mario Cordaro si trovò ad operare.

La mostra sarà inaugurata venerdì 28 settembre alle 18 sempre a Palazzo Morpurgo. Si potrà visitare da sabato 29 settembre a domenica 28 ottobre, il giovedì e il venerdì dalle 15 alle 19, il sabato e la domenica sia la mattina dalle 10 alle 13, sia il pomeriggio dalle 15 alle 19 con ingresso libero. Per le scuole sono previste visite guidate su prenotazione telefonando allo 0432 295475 o scrivendo ad archivio@ifsml.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!