Una delle cappelle vaticane alla Biennale di Venezia sarà opera della Simeon di Aiello

25 Marzo 2018

Come sarà la cappella

AIELLO. C’è anche un’azienda friulana tra quante realizzeranno le cappelle che rappresenteranno la Santa Sede alla Biennale di Architettura di Venezia. E’ la prima volta che la Santa Sede entra nello spazio della Biennale (26 maggio – 25 novembre 2018). E lo fa approdando all’Isola di San Giorgio con una sequenza di cappelle, dal forte valore simbolico, che segnano un nuovo incontro tra arte e fede. Vatican Chapels, il progetto curato dal professor Francesco Dal Co per la Santa Sede, comprende 10 cappelle, altrettante “tappe” di riflessione per chi visiterà il Padiglione nell’Isola di San Giorgio. L’ideazione delle cappelle è stata affidata ad architetti internazionali, ciascuno per un’opera specifica.

La Simeon di Aiello è tra dei costruttori che prendono parte al progetto: è impegnata infatti nella realizzazione della cappella concepita da Javier Corvalán, architetto del Paraguay che, tra i diversi incarichi, ricopre anche quello di Visiting Professor allo IUAV di Venezia. La cappella, chiamata “Legno e Sole”, è un semi-cilindro a doppio involucro in legno multistrato, sospeso e autoportato da 3 supporti in acciaio: uno spazio raccolto e inclusivo allo stesso tempo, in totale sintonia con l’ambiente – il boschetto – dove sarà inserito. Una richiesta che trova risposta nelle capacità della Simeon. L’azienda è infatti specializzata in strutture che combinano l’utilizzo tradizionale di acciaio, alluminio e vetro, con soluzioni innovative che incorporano legno e materiali compositi, focalizzati sulla sostenibilità ambientale.

Simeon opera nel panorama internazionale e sviluppa il proprio volume di affari prevalentemente in Europa, Nord Africa e Nord America. Vanta un team di 130 persone impegnate quotidianamente, nel profondo rispetto dei propri “valori”, nello sviluppo di attività progettuali, produttive, commerciali. Ha tre sedi produttive situate in Veneto ed in Friuli Venezia Giulia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!