Un webinar domani per una tutela del ‘mondo liquido’

4 Maggio 2021

TRIESTE. L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – Ogs insieme ad Apre – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea e a Cluster Big – Blue Italian Growth è tra i soggetti che collaborano con il Ministero dell’Università e della Ricerca all’organizzazione dell’evento online “Starfish Mission 2030: per una prospettiva italiana del mare”, che si svolgerà domani 5 maggio a partire dalle 15 per approfondire “Starfish 2030: Restore Our Ocean and Waters” progetto di Horizon Europe proposto dal Mission Board Healthy Oceans, Seas, Coastal and Inland Waters che mira alla scoperta e alla rigenerazione degli ecosistemi marini e d’acqua dolce europei entro il 2030 tramite la pulizia delle acque marine e dolci, il ripristino della loro ricca biodiversità̀ e di un’economia blu sostenibile e rispettosa del clima.

L’evento vedrà la partecipazione di referenti istituzionali e stakeholders legati all’innovazione tecnologica e alla transizione ecologica in ambito marino e marittimo, tra cui: Maria Cristina Messa, Ministro dell’Università e della Ricerca; Pascal Lamy, Chairman Mission; Maria Cristina Pedicchio, Mission Board Member e membro del cda di Ogs; Nicola Casagli, Presidente di Ogs; Roberto Cimino, Presidente, Cluster Tecnologico Nazionale Blue Italian Growth (Big); Marco Falzetti, Direttore Apre – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea; Emilio Fortunato Campana, Dipartimento di ingegneria, Ict, tecnologie per l’energia e i trasporti, Consiglio Nazionale delle Ricerche; Ferdinando Boero, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico, Marevivo; Luigi Merlo, Presidente, Federlogistica e Davide Cucino, Head of Fincantieri Brussels Office.

Il nome della Missione al centro dell’evento rimanda alla forma della stella marina e persegue cinque obiettivi (tanti quanti le punte della stella), tra loro trasversali e complementari, per contribuire al ripristino e alla rigenerazione delle nostre acque e del nostro oceano: la necessità di colmare le lacune che ancora esistono nella conoscenza dell’oceano e nella consapevolezza della sua importanza per tutti noi; la rigenerazione degli ecosistemi marini; la riduzione a zero delle emissioni inquinanti; la decarbonizzazione delle acque, marine, costiere e interne; il rinnovamento della governance dell’oceano e delle acque.

L’evento, aperto a tutti previa registrazione (https://bit.ly/33fxvpg), si svolgerà in due parti: la prima introdurrà al concetto di Mission e al ruolo della Mission Starfish all’interno del nuovo programma Horizon Europe; la seconda vedrà come protagonisti gli attori e gli stakeholders coinvolti all’interno del sistema Paese sui temi dell’innovazione tecnologica e della transizione ecologica in ambito marino e marittimo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!