Un successo anche online Dedica si sposta a ottobre

3 Dicembre 2020

PORDENONE. Cambia date, nel 2021, il festival Dedica di Pordenone, che per la sua 27^ edizione si sposterà dalla tradizionale collocazione di marzo al mese di ottobre, precisamente dal 16 al 23. “Una scelta ponderata a lungo – spiega il presidente dell’associazione Thesis che organizza il festival, Antonino Frusteri –, maturata dopo un anno difficile, che ci ha costretto a fermare l’edizione 2020 a una settimana dall’inaugurazione e a riformulare più volte il festival, alla fine proposto nell’unica versione possibile, online, nel mese di novembre. Per l’anno prossimo – conclude – a fronte di un’evoluzione incerta dell’emergenza sanitaria, al fine di organizzare il festival con maggiore tranquillità, e soprattutto pensando a un’edizione in presenza, abbiamo deciso di posticiparne il periodo, naturalmente dopo aver raccolto tutte le informazioni disponibili sugli altri eventi in programma in regione, per evitare il più possibile sovrapposizioni”.

Intanto, si è conclusa da poco l’edizione online 2020, Dedica a Hisham Matar (21-24 novembre): cinque eventi registrati nei mesi scorsi – con ospiti in presenza e altri in collegamento video, in particolare Matar stesso dalla sua casa di Londra – nel Convento di San Francesco di Pordenone e montati con una regia audio-video di alta qualità (che comprende la traduzione simultanea delle interviste), sono stati pubblicati su Facebook e YouTube a cadenza giornaliera, secondo la tradizione di Dedica, e ora sono e resteranno a disposizione del pubblico.

“Il festival in presenza è un’altra cosa, sia chiaro – sottolinea il curatore Claudio Cattaruzza – e la condivisione con il pubblico è impagabile. Tuttavia siamo molto soddisfatti dell’esito di questa versione “obbligata”, in particolare dei tanti messaggi di stima e affetto che abbiamo ricevuto e che continuano ad arrivare e della platea allargata (curiosità: anche collegamenti da Nicaragua e Afghanistan), che ovviamente deriva dalla fruizione online. Non è nostra intenzione soffermarci sui tanti dati, algoritmi e annessi che le piattaforme mettono a disposizione, ma ci sembra significativo sottolineare che Facebook ci segnala oltre 110 mila visualizzazioni per i contenuti di Dedica online a Hisham Matar postati. Ed è stato molto emozionante vedere che per il video inaugurale, nonostante non fosse una diretta streaming, dalle 21 alle 22 si siano collegate tutte insieme moltissime persone, quasi abbiano voluto, idealmente, riunirsi per l’inaugurazione, come accade solitamente in presenza”.

L’affetto del pubblico è dimostrato anche dalle richieste sulla monografia di Dedica che accompagna sempre il festival, curata da Claudio Cattaruzza, che si può reperire sia attraverso lo “shop” del sito (www.dedicafestvial.it), sia direttamente nella sede di Thesis, in piazza della Motta, a Pordenone (0434 26236). Il volume “Dedica a Hisham Matar “ comprende una lunga intervista con il protagonista realizzata da Benedetta Tobagi e testi di Anna Nadotti e Gianluca Buttolo oltre a due inediti di Matar in esclusiva per Dedica intitolati “Il libro misterioso” e “Non ricordo un’epoca in cui le parole non fossero pericolose”.

Intanto, la macchina organizzativa è già al lavoro per l’edizione 2021 (il nome del protagonista sarà reso noto in gennaio), ricordando inoltre che in primavera , se possibile, saranno recuperati in presenza alcuni appuntamenti di Dedica 2020 che l’emergenza Covid ha costretto a tenere in sospeso.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!