A un film svedese il premio del Cervignano Film Festival

25 Settembre 2016
Pojkarna

Pojkarna

CERVIGNANO. “Pojkarna (Boys)”, della regista svedese Isabella Carbonell, vince l’edizione 2016 del Cervignano Film Festival. Il cortometraggio, cui è stato assegnato l’ambito “Cervo d’oro” e anche il “Premio per la migliore regia”, affronta un tema difficile, quello dell’abuso sessuale tra minori, con coraggio, sicurezza e sensibilità. I giovani protagonisti si mostrano al pubblico nella loro fragilità, evitando risposte facili e scontate. Le 21 opere che hanno partecipato al concorso internazionale per cortometraggi e documentari – scelte tra le oltre 300 che hanno partecipato alla selezione – sono state valutate da una giuria presieduta da Nicoletta Romeo, nota produttrice cinematografica e co-direttrice del Trieste Film Festival, assieme al regista goriziano Cristian Natoli e ad Alberto Farina, storico del cinema, responsabile della programmazione per Rai Movie e autore dell’eccezionale recupero del doppiaggio de “I cancelli del cielo” di Michael Cimino.

Il “Premio della giuria” è stato assegnato a “Have sweet dreams” (Romania – Italia), di Ciprian Suhar, mentre il premio del pubblico è andato al corto “Hashtag” (Italia), di Marco Scuderi. Premio per la miglior sceneggiatura a Shahrzad Dadgar per “500 Ounces of Gold” (Iran). Alla Spagna, invece, il riconoscimento per la migliore fotografia, consegnato a Luis Fuentes per “They Will All Die in Space”, e per la miglior production design, a Idoia Esteban per “They Will All Die in Space”. E’ francese il miglior montaggio: Arthur Muller e Aurélie Cartron con “Nana”. Miglior interprete femminile Eman Moustafa per “Rabie Chetwy” (Egitto) mentre il miglior interprete maschile dell’edizione 2016 è Michal Wodarczyk per “Adaptacja” (Polonia). Premio alla carriera al giornalista Toni Capuozzo.

img-20160920-wa0012Ospitato in una terra che è da sempre frontiera e incrocio di culture, il Cervignano Film Festival, concorso internazionale di cortometraggi e videoclip, è organizzato dal Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele, in collaborazione con il Comune di Cervignano e con il contributo della Regione. Tanti i riconoscimenti per il premio Michel Gondry, dedicato ai videoclip musicali. La giuria, composta dal giornalista Andrea Ioime, assieme al compositore Luca Ciut e al musicista Lucas Pavan, ha decretato il vincitore tra i 16 partecipanti. Ha vinto il Cervo d’oro “Ti sembra normale” di Max Gazzè (regia di Jacopo Rondinelli). Premio della giuria a “Vanillacola” dei Niagara (regia di Andrea Daddi), miglior videoclip Fvg “La principessa e il pirata” dei Cinque uomini sulla cassa del morto (regia di Filippo Di Primio) e menzione speciale a “None none nanna” di Valerio Daniele (regia di Egidio Marullo). Per la sezione “Finestra sul cinema Fvg” premio per il miglior film a “La santa che dorme” di Laura Samani. Infine, miglior film scolastico a “Imperfection” del Liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Pescara (regia di Paolo Calcagni).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!