Un doppio appuntamento “dà il La” a Un Fiume di Note

5 Agosto 2020

Lucio Degani

GEMONA / POLCENIGO. Debutta giovedì 6 agosto al Duomo di Gemona alle 20.45, con replica alla stessa ora venerdì 7 agosto al Chiostro di San Giacomo a Polcenigo, l’atteso concerto Due violini e pianoforte, con Lucio Degani, Antonella Defrenza e Ferdinando Mussutto, inserito nel cartellone di “Un fiume di note”, la rassegna musicale itinerante che attraversa alcuni tra i siti di maggior pregio sotto l’aspetto paesaggistico, storico e architettonico della nostra regione, realizzata da Piano Fvg e Il Distretto Culturale del Friuli Venezia Giulia con il Comune di Polcenigo e curata da Dory Deriu Frasson e Davide Fregona.

Un’occasione preziosa per apprezzare ancora una volta il tocco inconfondibile e istrionico di un violinista, Lucio Degani, pressoché perfetto, dotato di tecnica insuperabile e di raro carisma, che vanta una pluriennale carriera internazionale che lo ha portato nelle più importanti sale da concerto e nei più prestigiosi teatri del mondo. Primo violino solista de “I Solisti Veneti”, già sotto la direzione del compianto M° Claudio Scimone, Degani è descritto come “…uno dei violinisti dotati di maggior fascino e carisma sul panorama internazionale, un interprete capace non solo di disinvoltura tecnica ma anche di preziosa ricerca del suono”. Accanto a lui il talentuoso pianista Ferdinando Mussutto e la giovane, ma già affermata, violinista Antonella Defrenza.

Antonella Defrenza

Il programma musicale è particolarmente ricercato e accattivante: spazierà tra musiche di Charles-Auguste de Beriot, Johann Sebastian Bach, Heandel-Halvorsen, Maurice Moszkowski, Dmitry Shostakovich e Pablo De Sarasate.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria al 392 3293266.

Un Fiume di Note prosegue sabato 8 agosto alle 20.45 all’Area Archeologica di Torre a Pordenone, con una produzione esclusiva realizzata da Un Fiume di Note: il concerto “Dedicato a Ennio Morricone” con l’inedito connubio tra il flauto di Roberto Fabbriciani e la tromba solista di Diego Cal, virtuosi dello strumento che per l’occasione propongono un originale duetto di fiati di straordinaria e peculiare sonorità. Il concerto rende omaggio al grande compositore recentemente scomparso.

Ferdinando Mussutto

Dopo una breve introduzione in ricordo del Maestro, si avvicenderanno brani appositamente arrangiati e originali tratti da colonne sonore di celebri film quali “Mission”, “C’era una volta in America” “Canone inverso”, canzoni e musica “pura” quali la “Cadenza” per flauto e nastro magnetico del 1988 e la musica del film “La Gabbia” del 1985, scritte e dedicate a Roberto Fabbriciani. Inoltre Fabbriciani eseguirà la sua “Elegia” e Diego Cal una elaborata fantasia di canzoni arrangiata per tromba e strumenti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!