Ultime notizie dal genoma Conferenza domani a Udine

26 Novembre 2017

UDINE. Lunedì 27 novembre, alle 18, nel Salone del Popolo di Palazzo D’Aronco a Udine, Chiara Lanzuolo, ricercatrice del CNR, e Beatrice Bodega, ricercatrice all’Istituto Nazionale di Genetica Molecolare di Milano, illustreranno al pubblico le recenti scoperte sul controllo dell’utilizzo dell’informazione genetica attraverso la disposizione tridimensionale del DNA all’interno delle cellule. Studi in corso nell’ambito del progetto Bandiera Epigenomica (EPIGEN) del CNR stanno mettendo in evidenza come la forma 3D del genoma sia fondamentale per il suo corretto funzionamento; si stanno altresì rivelando alterazioni nell’organizzazione tridimensionale del DNA in malattie genetiche quali la distrofia muscolare e le Laminopatie.

Questo avanzamento nelle conoscenze apre la via a ulteriori sviluppi dello studio e delle cure per tali patologie. Il progetto EPIGEN è finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ed è coordinato dal CNR, appunto: obiettivo è riunire le competenze e le infrastrutture presenti nel Paese per aumentare la qualità, la competitività e la visibilità della ricerca italiana nel campo dell’epigenetica, disciplina che studia i processi che controllano l’utilizzo dell’informazione genetica di un organismo. Partner di Epigen, come centro di riferimento per il sequenziamento di campioni provenienti da più di 50 laboratori di tutta Italia, è l’IGA, l’Istituto di Genomica Applicata, centro di ricerca le cui principali attività consistono nel sequenziamento del DNA, nell’analisi della struttura del genoma e nella promozione della cultura scientifica. Fondata nel 2006 su iniziativa di quattro ricercatori dell’Università di Udine, IGA collabora con numerose realtà nazionali e internazionali.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!