Udine e il Friuli, un parte per il tutto oppure no?

16 Marzo 2018

UDINE. Udine e il resto del Friuli: così lontani e così vicini. È questo il tema della nuova puntata di Dret & Ledrôs, la rubrica di approfondimento settimanale di Radio Onde Furlane curata e condotta dal direttore dell’emittente, Mauro Missana, con la collaborazione redazionale di Enrico Turloni, in programma sabato 17 marzo in diretta con inizio alle 9.30 e in replica domenica 18 dalle 8 e mercoledì 22 dalle 15. «Si tratta di un argomento – spiega Missana – che come radio abbiamo affrontato in più occasioni, segnalandone diversi aspetti, anche in contraddizione uno con l’altro. Lo riprendiamo volentieri, dopo aver constatato che la questione è nuovamente oggetto di discussione».

Se ne parlerà con lo scrittore Stiefin Morat, autore del romanzo Kebar Krossé che in un futuro non definito ma non così lontano descrive un Friuli apocalittico e una città di Udine isolata e alienata, con Pauli Cantarut, che punterà l’attenzione sull’esperienza del Centro sociale autogestito e sulle culture alternative, per alcuni decenni unica cerniera tra la capitale e il Friuli extraurbano, e con Federico Vicario, che una settimana fa in seno all’Assemblea dei soci della Filologica ha affrontato proprio la questione della friulanità del capoluogo.

Ospiti in studio o in collegamento telefonico, porteranno il loro contributo alla discussione i giornalisti Paolo Medeossi e Toni Capuozzo, lo scrittore Roberto Meroi e Carlo Baldassi, esperto di management e autore di uno studio sullo sviluppo di Udine dopo la fine della Seconda Guerra mondiale. Radio Onde Furlane, oltre che in modulazione di frequenza (sui 90 Mhz per la maggior parte del Friuli e sui 90.2 Mhz in Carnia) e in streaming (all’indirizzo www.ondefurlane.eu), può essere ascoltata anche con tablet, smartphone, iPad e iPod attraverso la apposita App.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!