Tutta una serata per Rossini all’Estate a Pordenone

23 Luglio 2018

Sabrina Willeit

PORDENONE. “Da quando è morto Napoleone, c’è un altro uomo di cui si parla ogni giorno a Mosca come a Napoli, a Londra come a Vienna, a Parigi come a Calcutta”. Così scriveva lo scrittore francese Stendhal di Rossini, di cui era un fervente ammiratore. E davvero il percorso artistico di Rossini fu fulminante seppure non privo di qualche scivolone, come la prima assoluta del “Barbiere di Siviglia” che sfociò in un tumulto: in poco meno di 20 anni scrisse 39 opere e come un ciclone travolse i palchi dell’intero continente. Nel nel giro di pochi anni l’Europa intera, da Lisbona a San Pietroburgo, fu invasa da un incredibile “palpito rossiniano”, che ancora oggi emoziona e diverte.

L’umorismo di Rossini e la sua estrosità si manifestano in ogni riga della sua musica. Egli possedeva un’inventività melodica inesauribile e un’impulsività ritmica irresistibile, capacità che mandavano letteralmente in delirio il pubblico e che ancora oggi si rivelano trascinanti. A 150 anni dalla morte la Società Filarmonia dedica dunque al Cigno di Pesaro il suo progetto artistico “Il Carro di Tespi” 2018, alla sua 14ma edizione dal titolo “Rossini! Rossini! Bravo bravissimo”. Un concerto monografico che farà tappa anche all’Estate a Pordenone all’auditorium Concordia martedì 24 luglio alle 21.15, incentrato sulle pagine immortali del repertorio lirico-sinfonico di Gioachino Rossini. Il programma prevede overture, arie e concerti tratti dalle sue opere più significative: “Il Barbiere di Siviglia”, “La Cenerentola”, “L’Italiana in Algeri”, “Il Tancredi”, “La pietra del paragone”, “Guglielmo Tell”, “La regata Veneziana”. L’Orchestra, sarà dell’Associazione Società Filarmonia diretta da Alfredo Barchi: 48 elementi che dialogheranno e accompagneranno cinque voci di giovani talenti internazionali dell’opera: il soprano Sabina Willeit, il mezzosoprano tedesca Inez Osina Ruez, i tenori Hui Jin e Li Biao, il baritono Tan Qipeng, tutti cinesi, e lo sloveno Neve Stipanov.

Alfredo Barchi

Tra essi spicca dunque la cantante gardenese Sabina Willeit, diplomata al Conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano con il massimo dei voti, allieva effettiva all’Accademia Rossiniana di Pesaro e perfezionatasi con Mirella Freni, Renata Scotto e con il M° Beniamino Prior. Nel 2001 ha vinto il Concorso As.Li.Co di Milano. Sabina Willeit ha esplorato un vasto repertorio operistico, interpretando ruoli importanti in opere come Faust, L’Incoronazione di Poppea, Il Flauto Magico, Le Nozze di Figaro, Così fan tutte, La Clemenza di Tito, L’Italiana in Algeri, Il viaggio a Reims, Il barbiere di Siviglia, La Cenerentola, Falstaff, La Traviata, Don Carlo, Contes d’Hoffmann, Götterdämmerung, Arlecchino, Pulcinella, Ariadne auf Naxos e molte altre.

È stata diretta da Maestri quali Metha, Santi, Zedda, Weikert, Kuhn, Fagen, Neuhold, Manacorda, esibendosi in numerosi teatri, come il Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Comunale di Bologna, Cremona, Brescia, Pavia, Ravenna, Cagliari, Bolzano, Lucca, Lecce, Opera di Roma, a Badkissingen, Ludwigsburg, Liège, Luxembourg nonché ai festival di Wexford, La Coruña e Aix-en-Provence. Dalla Stagione 2008-2009 è entrata a far parte dell’Ensemble dello Staatstheater di Karlsruhe (Germania). Sabina Willeit inoltre si esibisce regolarmente nel repertorio liederistico (con orchestra e con pianoforte) e nel repertorio sacro. Prevendita da Musicatelli in piazza XX Settembre.

Per il ciclo Ogni Biblioteca è un’avventura proposta da Thesis in collaborazione con Ortoteatro nell’Estate a Pordenone, martedì 24 luglio alle 17.30 nella Bibioteca di Torre, Federica Guerra e Fabio Mazza daranno voce e musica al racconto Il Cavallo Incantato tratto dalle Mille e una notte. Nel regno della Persia viveva un importante sultano. Egli organizzava ogni anno una festa sfarzosa che coinvolgeva l’intero Stato. Un giorno, durante la sacra celebrazione, giunse un indiano e gli mostrò un cavallo di legno, capace di sollevarsi e di portare il suo padrone in qualsiasi luogo egli desiderasse. Il figlio del sultano, Firuz-Shah, volle salire in groppa al cavallo per vedere come funzionasse. Però non sapeva nulla dei comandi della macchina e così girò una valvola, librandosi in aria e non sapendo come scendere.

Mini tournée in provincia per l’Anonima armonisti di Roma, per iniziativa del Gruppo Corale “Gialuth”. In arrivo tre date: martedì 24 luglio alle 21 in piazzetta Calderari per l’Estate a Pordenone (in caso di maltempo nel Convento di San Francesco), mercoledì 25 luglio in Largo Indri alle 21.15 nel cartellone Roveredo sotto le stelle (evento con raccolta raccolta fondi per l’Area Giovani del CRO di Aviano), giovedì il 26 luglio in collaborazione con la Corale Cordenonese, in piazza della Vittoria a Cordenons, con inizio alle 21.

Anonima Armonisti

In programma brani di De André, Rihanna, Spice girls, Queen, Steve Wonder e altri grandi successi pop di sempre. Nata nell’estate 2003, l’Anonima Armonisti è un complesso vocale a cappella, che si basa sul canto armonizzato a più voci, totalmente privo di accompagnamento strumentale. Il repertorio del gruppo, che ha all’attivo due album e centinaia di concerti in giro per l’Italia, comprende grandi successi del passato e del presente e brani originali. A caratterizzare il gruppo, composto da sei cantanti e da un beatboxer, è la sorprendente eterogeneità dell’ispirazione dei singoli elementi così come degli ambiti professionali dai quali ciascuno di essi proviene. Mettendo insieme la passione per i generi musicali più vari, dalla musica leggera al canto popolare italiano e internazionale, dai classici vintage ai più recenti successi del pop e del rock, il repertorio è improntato esclusivamente alla creazione di arrangiamenti originali. I concerti dal vivo si caratterizzano per la freschezza e la voglia di divertire e divertirsi.

Dal 2004, l’Anonima Armonisti si esibisce regolarmente sui palchi dei maggiori live club di Roma e Milano, tra cui Blue Note, The Place, Geronimo’s Pub, Big Mama, Crossroads, Stazione Birra, Locanda Blues, teatri come Brancaccio, Morgana, Vascello e Palladium a Roma e Teatro Petruzzelli a Bari ed eventi di portata nazionale e internazionale come Fiesta!, Mostra del Cinema di Venezia, September Concert, VivaVoce International Festival a Treviso. Il VokalFest, raduno della musica corale giovanile, è ideato e prodotto dall’Anonima Armonisti dal 2010. Le partecipazioni televisive e radiofoniche includono Miss Italia 2010 (Raiuno), RaiSat International, Maurizio Costanzo Show (Canale 5), Niente di Personale (La7), Uno Mattina (Raiuno), La Botola (Raiuno), Stella (Sky Canale 109), Rai Radio Uno e Rai Radio Due, Radio Rock e Radio Popolare. Ingresso gratuito.

Money

Ultimo appuntamento in seno all’Estate a Pordenone, per il Teatro in Quartiere a cura di Etabeta Teatro, martedì 24 luglio alle 21.15 nell’oratorio della parrocchia di San Giuseppe a Borgomeduna, In scena, uno dei cavalli di battaglia della compagnia, “Money, la felicità non fa i soldi” scritto e diretto da Fabio Comana, con Andrea Chiappori e Daniele Chiarotto. Due passanti alla fermata dell’autobus si riconoscono all’improvviso come due vecchi compagni di scuola che non si vedevano da 30 anni. Alla gioia dell’incontro si aggiunge l’amarezza del sintetico racconto delle loro vite giunte alla medesima drammatica situazione: soli, disoccupati e senza prospettive per il futuro. Da questo semplice presupposto prende il via uno spettacolo ricco di momenti esilaranti ma non privo di poesia. Nella comica rappresentazione dei goffi tentativi che i due faranno per trovare un po’ di soldi e dare una svolta alle loro vite sfortunate riconosciamo la fatica spesso inutile di cercare un lavoro, l’illusione di facili guadagni alimentati ogni giorno dalla televisione, il sogno di realizzare sé stessi con il successo e la popolarità. Parlando di soldi, sognando di fare i soldi, pensando a come fare i soldi il tempo trascorre nel piacere di stare insieme, con leggerezza e quel tanto di follia tipica dei clown: sicuramente non diventeranno ricchi ma non smetteranno mai di cercare un modo per essere felici. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!