Tutta una scuola fa teatro

24 Maggio 2017

UDINE. 161 bambini, 22 insegnanti, un’intera scuola. È la primaria Friz di Udine, protagonista anche quest’anno di Teatro fatto di niente, l’ormai storico progetto dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, che venerdì 26 maggio alle 17.30 approderà sul palcoscenico dell’Auditorium Zanon di Udine per presentare nello spettacolo finale dal titolo “Passaggi” il percorso di un intero anno di laboratorio teatrale. Curato dal regista Roberto Piaggio, con la collaborazione quest’anno di Erica Pacchioni e Serena Di Blasio, Teatro fatto di niente è realizzato con il sostegno e la collaborazione del Comune di Udine e dell’Istituto comprensivo VI nell’ambito del più ampio programma di attività “Teatro di gran classe 2016/2017”. Giunto alla 12^ edizione, il progetto coinvolge da diversi anni tutte le classi della scuola primaria Friz di Udine e costituisce un’importante risorsa formativa dell’istituto.

Il percorso 2016/2017 di Teatro fatto di niente ha preso avvio dalle suggestioni evocate dalla parola “passaggi” e dalle libere riflessioni scaturite dai bambini: passaggi intesi come spostamenti da un luogo ad un altro (migrazioni o viaggi, di piacere o necessari), oppure passaggi dell’età (la crescita, costellata da tappe cruciali), fino ai passaggi di conoscenze (da una generazione all’altra, dall’adulto al bambino ma anche viceversa). Passaggi, dunque, come sinonimo del continuo cambiamento connaturato alla vita stessa e che ciascuno di noi sperimenta quotidianamente nell’interagire con se stesso, gli altri e il mondo. I pensieri, le emozioni e le esperienze dei bambini emerse nel corso del laboratorio sono poi confluiti in un racconto rielaborato in nove semplici azioni drammaturgiche, attraverso le quali i bambini condivideranno ora con il pubblico di famiglie e amici le loro riflessioni.

Tra i progetti di punta dell’Ente Regionale Teatrale, Teatro fatto di niente è un laboratorio annuale che ha scelto come poetica la semplicità proponendo ai bambini un contesto per mettersi in gioco che privilegia gli aspetti formativi, simbolici ed evocativi del Teatro. Il Teatro è un linguaggio universale che permette ai bambini di superare le barriere e il progetto rappresenta un importante valore aggiunto all’interno dell’offerta formativa delle scuole di Udine nonché un ulteriore strumento di integrazione nel contesto interculturale della città.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!