Stelle della chitarra: Nicola Montella chiude lo show

7 Maggio 2016

PORDENONE. Ultimo appuntamento per la rassegna chitarristica Guitar Competition Winners del Pordenone Music Festival di Farandola diretto da Filippo Michelangeli prima di lasciare spazio ai giovanissimi del concorso Diapason d’oro, protagonisti domenica 8.

NicolaMontellaSabato 7 maggio alle 21 nell’auditorium della Regione a Pordenone, suona il chitarrista salernitano Nicola Montella. Ventinove anni, due lauree in chitarra con dieci e lode, triennale e specialistica, al Conservatorio di Avellino, Montella è uno dei giovani chitarristi su cui l’Italia scommette. Si è perfezionato con Maurizio Colonna, Aniello Desiderio, Paolo Pegoraro, Adriano del Sal, Frédéric Zigante, Margarita Escarpa, Shin-ichi Fukuda, Hubert Happel, Goran Krivokapic, Carlo Marchione, Lorenzo Micheli, Thomas Offerman, Arturo Tallini e Giulio Tampalini. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia, Spagna e Cina. È stato premiato in numerosi e importanti concorsi chitarristici nazionali e internazionali: 1° premio nel Concurso Internacional de Guitarra Villa de Aranda (Spagna), 2° premio al Concorso Segovia di Linares (Spagna); 3° premio al Vòlos international Guitar Festival (Grecia), al Brussels International Guitar Competition (Belgio), al Guitar Festival Brno (Rep. Ceca) e al Concorso internazionale Ciudad de Coria (Spagna). Ha vinto il Concorso chitarristico Rospigliosi Città di Lamporecchio, il Concorso chitarristico internazionale Salento guitar festival di Lecce; secondo premio al Concorso chitarristico internazionale Città di Fiuggi, al Concorso Internazionale Piano Guitar Festival e al Concorso nazionale di chitarra Città di Celano. Nel 2015 ha ricevuto la Chitarra d’Oro dal 20° Convegno Internazionale di Alessandria come Migliore giovane promessa.

Il suo programma spazia dall’Ottocento del francese Napoleon Coste, con la splendida Fantasia drammatica “Le Depart” op. 31 e due studi. Seguono due celebri sonate di Scarlatti originali per clavicembalo e la Sonata n. 1 op. 3 in La magg. di Nicolò Paganini in una trascrizione di Manuel Barrueco. Nella seconda parte Montella propone El sueño de la razón produce monstruos e Obsequio a el maestro, due quadri tratti dalla raccolta dei 24 Caprichos de Goya para la guitarra op. 195 di Mario Castelnuovo-Tedesco e la trascendentale Sonata op. 47 del compositore argentino Alberto Ginastera. Ingresso libero (info: 0434-363339, 340-0062930).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!