Il Trio di Parma a Latisana in due capolavori di Beethoven

30 Novembre 2017

LATISANA. Il Festival Nei Suoni dei Luoghi torna in provincia di Udine con il prossimo concerto organizzato dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia e dall’Associazione Progetto Musica, con il contributo della Regione FVG, la sponsorizzazione delle BCC del FVG e il sostegno della Fondazione Friuli. L’appuntamento è per sabato 2 dicembre alle 20.45 al Teatro Odeon (via Vendramin 72) di Latisana e vedrà protagonista il Trio di Parma con un programma interamente dedicato a L. Van Beethoven. I due grandi capolavori beethoveniani del concerto sono rappresentativi di due momenti fondamentali della produzione dell’autore di Bonn. Il trio Op. 70 è un esempio perfetto dello “stile di mezzo” di Beethoven, caratterizzato da un equilibrio esemplare delle parti e da un ruolo paritario degli strumenti. Il trio “Arciduca” precede invece di poco lo stile visionario dell’ultima stagione e si caratterizza per l’espansione del respiro delle frasi e delle forme, facendo di questo trio un’autentica “sinfonia per trio”.

Il Trio di Parma si è costituito nel 1990 in seno al Conservatorio “A. Boito” di Parma e successivamente si è perfezionato con il leggendario Trio di Trieste presso la Scuola di Musica di Fiesole e l’Accademia Chigiana di Siena. Ha ottenuto i riconoscimenti più prestigiosi con le affermazioni al Concorso Internazionale “Vittorio Gui” di Firenze, al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Melbourne, al Concorso Internazionale della ARD di Monaco ed al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Lione. Inoltre nel 1994 l’Associazione Nazionale della Critica Musicale ha assegnato al Trio di Parma il “Premio Abbiati” quale miglior complesso cameristico.

Il Trio è stato invitato dalle più importanti istituzioni musicali in Italia e all’estero (Berlino, New York, Londra, Vienna, S. Pietroburgo, Mosca, Buenos Aires, Los Angeles, Washington, Rio de Janeiro, Melbourne). Ha effettuato registrazioni radiofoniche e televisive per la RAI e per numerose emittenti estere. Ha inoltre inciso le opere integrali per trio di Brahms per l’UNICEF, di Beethoven e Ravel per la rivista Amadeus, di Schostakovich per Stradivarius (premiato come miglior disco dell’anno 2008 dalla rivista Classic Voice) e di Pizzetti, Liszt, Schumann e Dvořák per l’etichetta Concerto.

Ivan Rabaglia suona un Giovanni Battista Guadagnini costruito a Piacenza nel 1744 ed Enrico Bronzi un Vincenzo Panormo costruito a Londra nel 1775.

Il concerto è a pagamento: costo del biglietto intero € 10 – ridotto € 8 – studenti € 5. Ore 19.30: “Incontro con Beethoven” a cura del M° Enrico Bronzi, indirizzato agli studenti delle scuole medie e superiori. Prenotazioni e prevendite: CIT – Centro Iniziative Teatrali Via Vendramin 72 Latisana 0431 59288 – Orari: lunedì, martedì e giovedì 15-17, mercoledì e venerdì 11-13. La sera dello spettacolo a partire dalle 20.15.

Prossimo appuntamento di Nei Suoni dei Luoghi è lunedì 4 dicembre alle 20 con Miloš Zubac all’Istituto Regionale Rittmeyer per ciechi di Trieste, per un emozionante concerto al buio (ancora pochi posti disponibili).

Condividi questo articolo!