Tribute to Morricone (e molto altro) chiusura di Piano City

18 Giugno 2022

Giukia Buttà

Cesare Picco

PORDENONE. Appuntamento straordinario quello che domenica chiude Piano City Pordenone, quello del Piano Tribute to Ennio Morricone eseguito da Gilda Buttà e Cesare Picco ai due pianoforti. Occasione unica per ascoltare l’eccezionale performance al pianoforte solo di Gilda Buttà del brano che il maestro Morricone aveva dedicato come omaggio a Pasolini dopo la morte di quest’ultimo: l’esecuzione, della durata di 4-5 minuti, intensa e vibrante, prima della nuova intitolazione da parte di Morricone, costituiva una delle parti più intense della colonna sonora del film di Pasolini “Salò o le 120 giornate di Sodoma”. Dopo Roma e Milano, l’appuntamento di Pordenone sarà rarissima occasione di ascolto, la terza esecuzione pubblica del brano da parte di Gilda Buttà, interprete ufficiale delle colonne sonore del maestro di cui ha suonato l’intera produzione pianistica.

Assieme a Gilda Buttà, il pianista Cesare Picco, improvvisatore raffinato e colto; i due musicisti si incontrano sul palco restituendoci un viaggio musicale di grande emotività, poesia e potenza sonora. Nel repertorio scelto per l’occasione tra lo sterminato catalogo di musiche scritte per il Cinema, si trovano sia i capolavori tratti da successi ormai senza tempo, sia gioielli musicali composti per pellicole meno famose. Ora con suoni di pianoforte preparato e divertenti arrangiamenti, ora con potenti dialoghi a due, come con rarefatte parentesi solistiche, Gilda Buttà e Cesare Picco guideranno la platea in un territorio di grande evocazione, nel quale emozioni e ricordi di vita riaffiorano nell’ascolto di musiche divenute parte del nostro più grande patrimonio musicale.

Massimo Giuntoli (Foto Davide Pappalettera)

Arriva a Pordenone, in collaborazione con Yamaha anche la straordinaria Pianoformance di Massimo Giuntoli, in programma alle 12, nel Convento di San Francesco, lo “scherzo” musicale che vede sfidarsi il pianista e gli ottantotto tasti del suo strumento che inizieranno a far di testa loro, in un crescendo di ilarità e maestria.

Ecco gli altri eventi in programma domenica nella manifestazione realizzata da Bruno Cesselli, Lucia Grizzo e Antonella Silvestrini. Quello delle 10, a Palazzo Loredan Porcia, sarà un appuntamento di rarissimo ascolto: la pianista armena Heghine Rapyan proporrà tre Sonate del compositore armeno Stephan Elmas, autore di stile romantico, raramente eseguito cui è dedicato il concerto “The Armenian Unheard Genius, Stephan Elmas” (con le tre Piano Sonata n. 1, n. 3 e n. 4). I concerti di musica classica animeranno i luoghi più rappresentativi del centro storico di Pordenone e continueranno per l’intera giornata con le esibizioni di giovani interpreti di rilievo internazionale: alle 17 in Corte Policreti sarà la volta di Stefano Andreatta, che nel 2016 ha vinto il “Fvg International Piano Competition” e i premi speciali della giuria per le migliori esecuzioni della sonata di Beethoven e del brano del ‘900. Andreatta eseguirà brani di Bach, Bartòk, Part e Rachmaninov; alle 17.30 nella Loggia del Municipio la giovane pianista macedone Teodora Kapinkovska, eseguirà composizioni di F. Chopin (Ballata op. 52, n. 4), F. Liszt (Apres Une Lecture du Dante, Fantasia quasi Sonata), S. Rachmaninov (Sonata n. 2, op. 36).

Matteo Fossi

Matteo Fossi, docente di pianoforte principale al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, direttore dell’Iss “Rinaldo Franci” di Siena, suonerà alle 18.30 nel Convento San Francesco proponendo composizioni di Domenico Scarlatti (Sonata in Re maggiore K.118 e Sonata in Re maggiore K.119), Johannes Brahms (Ballate op.10), Cesar Franck (Preludio, Fuga e Variazione op.18, versione per pianoforte di I. Friedman). Dalla Norvegia arriva Håvard Enstad, alle 18, a Palazzo Loredan Porcia, pianista e compositore che combina diversi mondi musicali nei suoi linguaggi tonali; utilizzando le influenze della musica barocca, della musica tradizionale e della musica minimalista e creando un ambiente accattivante con bellissime melodie e armonie.

Stefano Andreatta

Tutti i concerti del festival sono a ingresso gratuito grazie al generoso contributo dei tanti partner che sostengono l’iniziativa.

www.pianocitypordenone.it – FB @PianoCityPordenone

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!