Trent’anni dopo il Muro: le proposte di Cinemazero

23 Ottobre 2019

Verriegelte Zeit

PORDENONE. In occasione del trentennale dalla caduta del muro di Berlino, giovedì 24 ottobre alle 20.45 Cinemazero ospiterà il primo appuntamento de 1989/2019 Trent’anni senza Muro, rassegna cinematografica itinerante, frutto del lavoro di ricerca nato in seno a Le Voci dell’Inchiesta – Pordenone Docs Fest, festival del cinema del reale di Cinemazero, che nella sua scorsa edizione aveva dedicato una particolare retrospettiva alla Repubblica Democratica Tedesca, alla riscoperta della sua storia e dei suoi film, cercando di andare al di là di ogni nostalgia, e del canonico anniversario della caduta del Muro.

Più di 40 sale cinematografiche in tutta Italia hanno deciso di ospitare la selezione cinematografica curata da Federico Rossin, storico e critico del cinema, e Alessandro Del Re, collaboratore della casa di distribuzione Reading Bloom. L’evento è un’anteprima della manifestazione “Memorie dal muro, a 30 anni dalla caduta, 1989 -2019”, realizzata dal Comune in collaborazione con Cinemazero, Craf – Centro Ricerca Archiviazione Fotografia e Pordenonelegge.it – festa del libro con gli autori. La rassegna, che si propone di restituire un fedele spaccato di vita nell’ex Ddr a cavallo del 1989, anno decisivo per le sorti della recente storia tedesca ed europea, è distribuita da Reading Bloom e si avvale della collaborazione de Le Voci dell’Inchiesta – Pordenone Docs Fest, di Cinemazero e del Goethe-Institut Italia.

Verriegelte Zeit

Verriegelte Zeit (Tempo bloccato), primo quadro di questo particolare viaggio che accompagnerà gli spettatori fino a fine novembre, è firmato da Sibylle Schönemann, regista della Germania dell’Est. Nel 1984, lei e suo marito vennero arrestati dalla Stasi – Ministero per la Sicurezza di Stato e incarcerati per poi essere esiliati nella Germania occidentale. Dopo la riunificazione, la regista decise di ritornare in patria con una troupe cinematografica per incontrare i suoi “carnefici”, che, però non mostrarono alcun rimorso. La sua indagine sarà introdotta in sala dal commento critico di Alessandro Del Re, curatore della rassegna.

1989/2019 Trent’anni senza Muro continuerà poi con Die Mauer (Il Muro) di Jurgen Böttcher, in programmazione venerdì 8 novembre, sempre alle 20.45: uno dei film più rappresentativi sulla caduta del muro. A chiudere la rassegna, giovedì 21 novembre Winter Adé (Addio inverno) di Helke Misselwitz. Una scelta non a caso, visto che il film è stato uno degli ultimi lungometraggi documentari della Defa – Deutsche Film Aktiengesellschaft, ente cinematografico di Stato della Repubblica democratica tedesca, e rappresenta una pietra miliare del cinema del reale.

Prevendita attiva: www.cinemazero.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!