Il treno con il Milite Ignoto viaggia in un’Italia confusa…

8 Febbraio 2018

SACILE. Nel suo percorso lungo “Splendori e tramonto della Belle Époque”, la rassegna di teatro ed eventi “Scenario” porta il Piccolo Teatro Città di Sacile a lambire gli anni della Grande Guerra, che di quel periodo ricco di progetti e fermenti fu la tragica conclusione. Dopo il reading di inizio stagione con le emozionanti pagine letterarie, tra ricordi e immaginazione, tratte dai racconti di Syria Poletti, il Primo Dopoguerra torna protagonista sabato 10 febbraio al Teatro Ruffo con lo spettacolo “LA LOCOMOTIVA”, scritto da Roberto Cuppone per l’istrionica presenza scenica di Gigi Mardegan.

Mardegan nei panni dell’anarchico

Ideale prosecuzione del “Mato de guera”, già presentato con vivo successo a Scenario qualche stagione fa, “La locomotiva” ritrae uno spaccato dell’Italia dei primi anni Venti, incontrata lungo il percorso del treno con la bara del Milite Ignoto da Aquileia a Roma: ferite, disillusioni, speranze, fermenti di un mondo in cambiamento, uscito dal conflitto per incamminarsi verso un futuro tutto ancora da scrivere. Gigi Mardegan, già pluripremiato a livello nazionale per questo ruolo, “mette in scena” il viaggio vestendo i panni di alcuni personaggi emblematici, attraverso i quali la Storia si fa pura emozione, tra spontaneità dialettale, invettive e momenti di toccante empatia.

Ecco dunque il macchinista del treno, fermatosi improvvisamente in mezzo alla campagna; una donna vestita a lutto e un cappellano militare, per i quali la guerra non resterà mai solo un ricordo; un anarchico pieno di ideali e voglia di rivalsa, che vorrebbe cambiare il mondo a colpi di pistola, mettendo così in luce tutte le drammatiche contraddizioni del periodo post-bellico. Infine uno strano poeta-astrologo cieco, la voce di una coscienza senza filtri che nell’oscurità del tempo “vede” forse più chiaramente degli altri quanto è accaduto e ciò che all’orizzonte si va preparando.

Lo spettacolo sarà presentato anche in matinée teatrale per gli studenti dei Licei Pujati e dell’Istituto Marchesini di Sacile grazie allo speciale sostegno dell’Amministrazione comunale, come proposta culturale sui temi didattici legati al Centenario della Grande Guerra. Inizio spettacolo serale alle 21 – biglietti interi 8 euro, ridotti 6 euro (per prenotazioni: tel. 366 3214668).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!