Tre mostre in tre giorni con ZeroPixel in streaming

22 Novembre 2020

Davide Dionisio

TRIESTE. A partire da lunedì 23 novembre e per tre giornate successive, fino a mercoledì 25, ZeroPixel Festival presenterà, in diretta streaming sui suoi canali YouTube e Facebook alle 18, ben tre esposizioni che avrebbero dovuto essere ospitate al Magazzino 26 di Porto Vecchio e che verranno proposte in allestimento, per la fruizione dal vivo del pubblico, non appena le circostanze lo consentiranno.

Arturo Fuentes Francos

Si partirà lunedì 23 novembre alle 18, con la mostra personale di Davide Dionisio, vincitore della prima edizione del premio Scabar. L’esposizione, curata da Lorella Klun, s’intitola “[n]evermind” e propone una raccolta di scatti, tra cui una miniserie realizzata durante i mesi di lockdown a Trieste, che ben rappresenta una visione contemporanea e una progettualità mirata che si avvalgono di antichi procedimenti alchemici. E’ una fotografia che, scrive Klun, “ama i tempi sospesi, si vela e si rivela con lentezza, assorbendo la luce fino a raggiungere densità ovattate e umorali pastosità”. Il premio Scabar, omaggio al maestro isontino della fotografia, è stato assegnato a Dionisio proprio perché, a giudizio della giuria (composta da Angela Madesani, Lucia Scabar e Michele Smargiassi), la sua fotografia è per alcuni versi vicina all’universo poetico di Scabar.

Martedì 24 novembre alle 18 sarà la volta della personale di Fabio Rinaldi “Palio di San Donato”: un reportage d’autore in bianco e nero sulla rievocazione storica che si celebra ogni anno a Cividale, un tuffo nelle atmosfere medievali, tra eventi e tornei che si susseguono lungo le vie della città. Anche quest’esposizione è curata da Lorella Klun.

Fabio Rinaldi

Mercoledì 25 novembre alle 18, infine, sarà presentata in diretta streaming e in collegamento con il Messico, la mostra “Hablando en plata”, una collettiva di autori messicani uniti dall’amore per le antiche tecniche di stampa. L’esposizione, curata da Angela Arziniaga González, propone opere sue e di Arturo Fuentes Francos, Arturo Talavera Negrete, Balam Enrique Ponce, Everardo Rivera, José Loreto Morales, Paulina Gabriela Pasos Pérez, Rafael Galván Montoto e Sergio Javier González Carlos. Le opere che verranno presentate consentiranno allo spettatore di immergersi nei contrasti e nella vitalità di una terra che nemmeno le restrizioni della pandemia hanno potuto spegnere.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!