Tre libri, tre appuntamenti Palmanova invita a leggere

18 Ottobre 2022

PALMANOVA. Saranno tre gli appuntamenti con i libri e la lettura in programma nei prossimi giorni a Palmanova. Si inizia mercoledì 19 ottobre, alle 17.30 nella Biblioteca Muradore di via Loredan, con la presentazione di “Gelsi e sangue. L’Ottocento, qui da noi” (ed. Biblioteca dell’Immagine) durante la quale Walter Tomada dialogherà con l’autore Massimiliano Santarossa. Poi giovedì 20 ottobre alle 18 nel Salone d’onore del Municipio. Clara Maggiore parlerà della sua raccolta di poesie “La Pazienza degli alberi” (edizioni Culturaglobale) assieme a Maria Trevisi. Sarà presente l’editore Renzo Furlano. Infine mercoledì 26 ottobre, alle 17.30, di nuovo alla Biblioteca civica di via Loredan “L’ombra nell’acqua” di Fabiana Dallavalle (Gaspari Editore). A presentare il libro, assieme all’autrice, Michela Nicoletti.

L’Ottocento nella grande pianura padana. Gelsi e Sangue di Massimiliano Santarossa è il racconto di un’epopea famigliare, donne e uomini, vecchi e bambini, paesaggi e animali, andati tra le onde della grande storia. Vede l’alba il 17 ottobre 1797 nel passaggio di Napoleone tra queste strade di sassi bianchi e polvere e corre fino alla notte del 23 maggio 1915, nelle ore che precedono l’inizio della Prima guerra mondiale. Il “Secolo grando”, nelle scoperte scientifiche come nella fame atavica, nelle guerre d’indipendenza per fare l’Italia come nella dura vita sui campi dei mezzadri. L’opera storica e letteraria sul popolo Veneto e Friulano.

Clara Maggiore, insegnante di materie letterarie nella scuola media, attualmente in pensione, si dedica alla poesia fin da piccola, quando le riusciva facile e spontaneo giocare con le parole e inventare rime. Ha realizzato una consistente produzione di testi poetici e partecipato ad alcuni premi letterari conseguendo segnalazioni di merito. Ha pubblicato con Edizioni Culturaglobale “Come semente”, “Quando seminai la luna” e “La pazienza clegli alberi”. Fa parte del gruppo di attori dell’Associazione “Accademia Nuova Esperienza Teatrale” di Palmanova.

Fabiana Dallavalle è nata a Casale Monferrato e vive e lavora a Udine. Si è laureata a Trieste in Storia del Teatro. Giornalista pubblicista, scrive nelle pagine della cultura del Messaggero Veneto. “L’ombra nell’acqua” è il suo secondo romanzo e arriva dopo “La carezza dell’acqua” del 2016. «Scrivo di Agnese, una donna del Cinquecento che deve lasciare Venezia. Per lei non è solo una città… è una persona, è un modo di vivere, è una vita in una casa sull’acqua. Così parte, per un luogo dove le città hanno colori diversi dalla sua laguna». Ada la scrittrice ha appena trovato un editore per il suo romanzo, ma Agnese il personaggio principale della sua storia non è la sola a mettersi in viaggio per cambiare il suo destino. Venezia e la Genova del Cinquecento, Bruges dei pittori fiamminghi, una moderna Edimburgo, Trieste e Parigi, sono gli scenari in cui si muovono i protagonisti dell’Ombra nell’acqua che tra passato e presente mette in scena amicizia, amore, mistero, desiderio di conoscenza e bellezza, non senza colpi di scena decisamente noir.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!