Tre eventi online dell’Anpi Udine per non dimenticare

26 Gennaio 2021

UDINE. Ricordare l’orrore della Shoah, delle deportazioni di massa, e dei campi di sterminio: conoscere, affinché non accada più. L’Anpi di Udine, come ogni anno in occasione sia della Giornata della Memoria e sia del Giorno del Ricordo, propone un programma di iniziative, per riflettere sulle tragiche vicende che sconvolsero il Novecento e che riguardarono in modo particolare il Friuli Venezia Giulia, territorio ferocemente conteso e dilaniato a causa della sua posizione geografica di confine.

Per la Giornata della Memoria 2021, gli appuntamenti si svolgeranno soltanto online sul canale Youtube Anpi Udine (e in condivisione sulla pagina Facebook omonima) e in due date. Mercoledì 27 gennaio, a partire dalle 10, sarà trasmesso il filmato “Da Treblinka a Trieste. Il viaggio dei carnefici” realizzato dal regista Benedetto Parisi. Rivolto in primo luogo agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie, il video mette in luce i nodi che legano, in una trama storica di immane efferatezza, due luoghi altrimenti tanto distanti. Dal campo di sterminio di Treblinka, nel Governatorato generale della Polonia, si ritrovarono alla Risiera di San Sabba, sul Litorale Adriatico, gli stessi criminali considerati “specialisti” nell’eliminazione di ebrei e di partigiani. Il documentario ricostruisce questo cupo itinerario, traendo le mosse dalle pagine del romanzo “Trieste” (ed. Bompiani) della scrittrice croata Daša Drndić a cui dà voce l’attrice Aida Talliente.

La città giuliana è sì il luogo degli incontri che la protagonista del libro ha con un tedesco membro delle SS e responsabile del lager di Treblinka e con il quale intesse una relazione, ma è soprattutto il centro di un complesso territorio di confine in cui si muovono personaggi reali e personaggi fittizi. Parlano vittime e carnefici, in un impasto narrativo di materiale documentario e di suggestioni letterarie. Daša Drndić riporta, inoltre, tutti i nomi dei 9.000 ebrei italiani morti nei lager “perché dietro ogni nome si nasconde una storia”. E seguendo la vicenda umana di alcuni di quei nomi, Benedetto Parisi conduce lo spettatore a Treblinka per poi tornare, in un percorso circolare, alla Risiera di San Sabba, unico lager italiano con il forno crematorio, dove fu uccisa anche la partigiana Virginia Tonelli, bruciata ancora viva.

Nel pomeriggio del 27 gennaio sarà pubblicato il video musicale “Parole di dolore e di coraggio”, che inviterà a immergersi nel cuore della cultura ebraica dell’Europa centro-orientale attraverso le atmosfere struggenti e malinconiche della musica klezmer. Il musicista Giorgio Parisi eseguirà la canzone in lingua yiddish “Oyfn pripetshik (Sul focolare)”, composta da Mark Varshavski nel 1872. Evoca l’immagine del rabbino, che insegna ai bambini le lettere dell’alfabeto che formano parole con i loro contenuti di dolore ma anche di forza e di conforto.

Il programma dell’Anpi di Udine per il Giorno della Memoria si concluderà sabato 30 gennaio, alle 17, con la presentazione in diretta streaming del libro “1945 Ich bin schwanger, io sono incinta” (ed. Irsml Fvg) di Anna Di Gianantonio e Gianni Peteani. Parteciperanno gli autori e la psicologa e psicoterapeuta Maria Grazia Lamparelli. Condurrà il dialogo Antonella Lestani, presidente della sezione Anpi “Città di Udine”. Il libro racconta il calvario di Nerina Uršic, deportata a Ravensbrück mentre era alla sua prima gravidanza e il suo rapporto con la figlia Sonia nella Trieste del dopoguerra.

Tutti gli eventi sono organizzati con il sostegno della Regione Fvg e, come detto, saranno trasmessi sul canale Youtube Anpi Udine e sulla pagina Facebook omonima.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!