Il teatro va nei quartieri per costruire nuove relazioni

26 Luglio 2016

PORDENONE. Prosegue mercoledì 27 luglio in Biblioteca civica alle 17.30 il ciclo di letture animate con attività di sonorizzazione per bambini da 4 a 8 anni a cura di Francesca Zanini e Lara Turchetto. Il laboratorio – nell’ambito dell’Estate in città del Comune di Pordenone – intende accompagnare i bambini alla scoperta delle relazioni che esistono fra i testi e la musica: storie lette insieme ad alta voce, ascolto di storie ricche di suoni, racconti letti dal narratore e accompagnati da interventi sonori prodotti con il corpo e con semplici strumenti dai bambini, per imparare giocando le incredibili potenzialità narrative della musica, o quelle musicali dei racconti. Il laboratorio, strutturato in modo giocoso e creativo, è a ingresso libero e a numero chiuso. Per la prenotazione rivolgersi al numero 0434/392971 dalle 15.00 alle 19.00 dal lunedì al sabato. I prossimi appuntamenti sono il 3 e il 24 agosto.

Carla Manzon

Carla Manzon

Al via la rassegna teatrale “Teatro nel giardino del mondo”, proposta dalla Scuola Sperimentale dell’Attore, in collaborazione con la Caritas Diocesana, la Fondazione Buon Samaritano-Casa Madonna Pellegrina e la Cooperativa Nuovi Vicini. Già da qualche anno il progetto si propone di aprire alcuni giardini privati per costruire relazioni a livello di quartiere attraverso il teatro. Quest’anno la proposta si sviluppa nella direzione, quanto mai attuale, dei migranti e perciò è stato scelto il parco di Casa Madonna Pellegrina, dove dimorano alcuni richiedenti asilo, con l’obiettivo di aprirlo e farlo riscoprire agli abitanti del quartiere. Mantenuta la formula collaudata: l’evento teatrale è dedicato alle famiglie e aperto alla cittadinanza, a cui, a fine spettacolo, gli ospiti della casa offriranno un aperitivo multietnico. Al pubblico viene chiesto, come simbolico “biglietto”, di portare piccoli assaggi di cibo fatto in casa. Nei mesi scorsi, proprio grazie alla collaborazione di Caritas e Nuovi Vicini, sono stati realizzati dei laboratori di ascolto, dedicati ai richiedenti asilo accolti nei vari progetti, che si tradurranno in piccoli momenti di accoglienza a inizio serata.

Tutti gli spettacoli cominciano alle 19 nel parco di Casa Madonna Pellegrina; in caso di pioggia, si svolgeranno nel salone interno. Ingresso libero con aperitivo condiviso. Questo il calendario: mercoledì 27 luglio, “Un’altra storia di Romeo e Giulietta”, con Claudia Zamboni, regia di Ferruccio Merisi; mercoledì 3 agosto, “Una kascia con l’ascia”, Compagnia Hellequin/Intercultura; mercoledì 10 agosto, “Presto… che è tardi”, Compagnia Circo 238, di e con Nicoletta Carpentieri e Alberto Longo. Info: 0434 520074 – 393 8488934.

Vole Soyinka

Vole Soyinka

Seconda giornata nel Convento di san Francesco del festival Raccontare il deserto. Alle 18.30 con il libro “Bayt ash Sha’r – La tenda nera dei beduini” di Luigi Marino ci si addentra nel deserto, in compagnia dei nomadi, delle loro tradizioni e delle loro storie. Si entrerà in un mondo fatto di vento caldo, sabbia, nomadi, dromedari. La sera, alle 21.30, Carla Manzon (voce recitante) e Fabrizio Gasparini (voce recitante e percussioni) daranno vita all’inedito confronto tra Costantino Kavafis (poeta e giornalista greco) e Wole Soyinka, (drammaturgo, poeta, scrittore e saggista nigeriano, considerato uno dei più importanti esponenti della letteratura dell’Africa sub-sahariana, nonché il maggiore drammaturgo africano).

Mercoledì 27 luglio l’Estate in Città è arricchita anche dal Cinema sotto le stelle, con la proiezione de il caso Spotlight in piazzetta Calderari (film che ripercorre l’inchiesta americana condotta sulla pedofilia ecclesiastica) e dalla serata country, (ballo e musica) in piazza Lozer a Torre dalle 21. “Il caso Spotlight” di Thomas McCarthy. Un’opera che ha saputo, tra gli altri premi, conquistare gli Oscar per miglior film e miglior sceneggiatura originale.

spotlight_01Storia vera che portò al Pulitzer i giornalisti del Boston Globe che la seppero svelare al mondo, “Spotlight” parla dello scandalo che, a cavallo tra il 2001 e il 2002, travolse la diocesi di Boston e diede il via a un’imprescindibile presa di coscienza in ambito cattolico della piaga degli abusi sui minori a opera di alcuni sacerdoti. Il film ha anche l’importante merito di non creare facili eroi, ma di mostrare le contraddizioni in cui anche i giornalisti caddero, mostrando tutti i soggetti sopraffatti dalla loro spesso tremenda umanità. “Spotlight” può inoltre contare su un cast di attori tutti perfettamente convincenti nel proprio ruolo, a partire da uno splendido Michael Keaton, e Mark Ruffalo e Rachel Mc Adams, questi ultimi entrambi premiati con l’Oscar come migliori attori non protagonisti.

Biglietto intero 3 euro, ridotto under 18 e over 65 2 euro, abbonamento 10 ingressi 25 euro, ingresso gratuito under 12. In caso di pioggia la proiezione viene spostata in sala grande a Cinemazero, dove nelle sale prosegue la programmazione che vede le tre aree dividersi il compito di accontentare il più ampio pubblico: la sala grande dedicata ai KIDS (con i suoi prezzi formato famiglia), mentre le due salette faranno largo a i più grandi successi della passata stagione (sala Totò) e i titoli più d’essai che non hanno trovato posto nei mesi scorsi (sala Pasolini)! Per info www.cinemazero.it

Condividi questo articolo!