Teatro di quartiere al via

4 Luglio 2016

PORDENONE. Martedì 5 luglio alle 18, il pomeriggio a parco nella Villa Baschiera Tallon per l’Estate in Città di Pordenone è dedicato al canto corale con intervento della Maestra Monica Malachin, direttrice del Coro Polifonico S. Antonio Abate di Cordenons e di altre compagini corali.

Alle 21.15 al Polisportivo Le Grazie primo appuntamento con Teatro in quartiere a cura di Associazione San Gregorio ed Eta Beta Teatro e la collaborazione organizzativa del Coordinamento Operatori Teatrali Pordenone per l’Estate in Città con la (lettura scenica-spettacolo) S-ciàpadure e il cortometraggio La misura dei salami, per una serata in dialetto pordenonese. Nello spettacolo – tratto da testi di Luciano Rocco ed Ettore Busetto, per l’adattamento e la regia di Francesco Bressan, messo in scena dal Gruppo Teatro Pordenone Luciano Rocco – è stata inserita la trasposizione cinematografica del racconto di Rocco “La misura dei salami”, divenuta parte integrante della pièce. Il cortometraggio, per la regia del filmmaker locale Matteo Corazza, è stato girato dalla compagnia nel 2014, per festeggiare il proprio quarantesimo di fondazione e presentato ufficialmente il 30 novembre scorso nella Sala Grande di Cinemazero, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica.

S-ciàpadure non vuole essere tanto un confronto tra ieri e oggi, tra un mondo idealizzato ed una realtà resa più arida dalla quotidianità, quanto una riflessione sul nostro modo di essere. Parole, frasi, espressioni dialettali, che una volta potevano apparire quasi “volgari” perché mancava la dimestichezza con la lingua ufficiale, sembrano ora, alla luce di una nuova consapevolezza culturale, piacevoli e curiosi riferimenti per capire da dove veniamo. Si alternano sul palcoscenico Matteo Bozzer, Daniele Rampogna, Andrea Calderan, Stefania Moras e Michela Passatempo. L’appuntamento successivo sarà martedì 26 luglio con “Il mio cuore… per the” proposto dal gruppo Giovani Attrici. Ingresso libero.

Franco Calabretto e l'assessore Pietro Tropeano, assieme alle interpreti e al pianista

Franco Calabretto e l’assessore Pietro Tropeano, assieme alle interpreti e al pianista

Domenica si è aperta al Convento di San Francesco la stagione dei “Concerti Aperitivo” a cura del Conservatorio di Udine, che prevede un concerto mattutino (ore 11) tutte le domeniche di luglio e agosto. Ad aprire il primo appuntamento il Professor Franco Calabretto, curatore della rassegna e l’Assessore alla Cultura Pietro Tropeano, che ha ribadito l’importanza della musica per i giovani. Ha quindi invitato tutti a osservare un minuto di raccoglimento per le vittime dell’attentato di Dacca.

Si sono esibiti tre giovani artisti del Conservatorio di Udine, le due soprano slovacche Romana Hyrossova e Natalia Florova. magistralmente accompagnate al pianoforte da Daniele Russo. Sono stati eseguiti con grazia e passione alcuni brani, molto applauditi, di Mozart, Dvorak, Brahms e Rossini. Il prossimo incontro è programmato domenica 10 Luglio sempre al Convento di san Francesco con musiche per violino, clarinetto e pianoforte di Mozart, Debussy e Milhaud.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!