Teatro in Centrale a Malnisio su Tesla, genio dell’elettricità

4 Ottobre 2017

MONTEREALE. Teatro tra storia e scienza per L’Arlecchino Errante – Meeting Internazionale per l’Arte dell’Attore, uno dei più importanti festival teatrali italiani che dedica la Commedia dell’Arte al Teatro Contemporaneo. Giovedì 5 ottobre alle 21 nell’eccezionale scenario della centrale idroelettrica di Malnisio di Montereale Valcellina, per il progetto Contrade in Scena, ecco lo spettacolo/scientifico dedicato a uno dei padri dell’era elettrica: “Tesla – L’uomo che inventò il XX secolo” racconta la vita del visionario scienziato serbo che predisse l’era dell’elettricità, ancora oggi fonte di ispirazione per nuove imprese tecnologiche. Uno spettacolo di Barbara Sinicco per la Compagnia Fabbrica delle Bucce, con Alessandro Predonzan, gli strumenti scientifici di Mamad Mohsen Darai e la regia di Barbara Sinicco. Lo spettacolo sarà preceduto da una residenza teatrale che coinvolgerà attori locali puntando a inserirli nello spettacolo. Ingresso libero. Patrocinio del Comune di Montereale Valcellina.

Lampi e tuoni sono i suoi giocattoli. La corrente alternata, la radio, il radar… Solo alcune delle sue invenzioni. L’energia elettrica che utilizziamo nelle nostre case, opera sua. L’energia libera, a disposizione di tutti, che non sfrutta risorse limitate, che non inquina, in armonia con la natura, il suo sogno. In un ambiente potente ed evocativo come la monumentale centrale di Malnisio, lo spettacolo rivive i momenti salienti della vita di Nikola Tesla, scienziato serbo trapiantato a New York a fine ‘800. Quando chiesero ad Einstein come si sentisse ad essere l’uomo più intelligente del mondo rispose: “Non lo so, chiedetelo a Nikola Tesla”. “Fabbrica delle Bucce – arte e spettacolo” – nata a Trieste nel ‘99 da un sodalizio tra artisti di diversa formazione – ha da subito puntato su temi di carattere civile ed interculturale. Storie urgenti, espresse con una forte presenza musicale e vocale, senza tralasciare la leggerezza dell’ironia e la bellezza del movimento.

Con la collaborazione di Pro Loco Montereale Valcellina, Circolo d’arte e di Cultura Per Le Antiche Vie, Associazione “Amici della Centrale”, Gruppo Ricerche Chei del Talpa, Circolo Arci Tina Merlin, Circolo Culturale Menocchio, Associazioni genitori “Don Milani”, Associazione Pellegrin.

Condividi questo articolo!