Teatri dell’anima itineranti Primo spettacolo a Valvasone

7 Dicembre 2019

VALVASONE. Un momento di incontro tra arte e spiritualità nelle chiese (e non solo) del Friuli occidentale della Diocesi di Concordia-Pordenone e, quest’anno per la prima volta, anche dell’Arcidiocesi di Udine: con 8 spettacoli gratuiti e 3 laboratori teatrali organizzati nel periodo delle feste natalizie, prende il via l’edizione 2019-2020 de “I Teatri dell’anima”, festival nato per riflettere sul mondo che è stato, che sta cambiando e che sarà, analizzando etica, storia e religione.

Con me in paradiso

Al via l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, nella splendido Duomo del Santissimo Corpo di Cristo di Valvasone con il primo spettacolo portato in scena anche da alcuni richiedenti asilo e rifugiati. A seguire le altre tappe. Come quelle a Pordenone, con uno spettacolo che farà riflettere sul rapporto mafia e religione e a Villanova dove si terrà la messa in scena della vita del santo Giuseppe da Copertino con l’attore e regista Fabrizio Pugliese, il quale condurrà anche (su prenotazione) un laboratorio teatrale sulla scrittura. Il 19 dicembre Teatri dell’Anima sbarcherà al salone d’onore Guglielmo Pelizzo nel Palazzo Mantica di Udine, dove si potrà assistere allo spettacolo in lingua friulana “Cumieries di Memories”, capace di gettare uno sguardo su chi vive ai margini della nostra società. Nell’alternarsi tra le chiese e palazzi, si tornerà alla Chiesa della Madonna Pellegrina di Pordenone con lo spettacolo della pastora protestante Gisela Matthiae, la quale ha anche condotto un originale laboratorio teatrale in apertura del Festival.

La programmazione teatrale del festival quest’anno si arricchirà anche di un evento musicale speciale a cura del Coro Polifonico Sant’Antonio Abate di Cordenons. L’evento si terrà all’Auditorium Aldo Moro di Cordenons e sarà incentrato sulla celebre opera “La buona novella” di Fabrizio De Andrè. Infine anche quest’anno il Festival farà tappa al Museo Diocesano d’Arte Sacra di Pordenone con lo spettacolo Da Leonardo al Pordenone. Si ripete infatti l’esperienza dei tableaux vivants, che questa volta saranno appunto dedicati ai due protagonisti dei centenari del 2019, ovvero Leonardo da Vinci e Il Pordenone. I Teatri dell’Anima si concluderà poi il 9 gennaio con lo spettacolo “Settanta volte sette”, che toccherà il tema del perdono e sarà messo in scena all’Auditorium del Centro Balducci a Zugliano (Pozzuolo) ospiti di don Pierluigi Di Piazza.

Il tutto in maniera gratuita, grazie all’organizzazione di EtaBeta Teatro in collaborazione con I Teatri Del Sacro, Scuola Sperimentale dell’Attore, Museo Diocesano d’Arte Sacra, Associazione Teatrale Friulana, Uilt Fvg e con il sostegno di Regione, Fondazione Friuli e Comune di Pordenone nonché la collaborazione delle varie Parrocchie e Comuni toccati dal festival.

CON ME IN PARADISO
Come detto il via del Festival sarà domenica 8 dicembre nel Duomo di Valvasone alle 16.45 con un benvenuto in musica e alle 17 con “Con me in paradiso” di e con Teatro Periferico di Varese. Il testo di Mario Bianchi per la drammaturgia di Dario Villa e la regia di Paola Manfredi sviluppa due storie parallele e tra gli attori vede protagonisti alcuni richiedenti asilo e rifugiati provenienti da Senegal e Guinea Conakry. L’ingresso è gratuito. Prima dello spettacolo (alle 15) sarà possibile una visita guidata gratuita al castello offerta da Etabeta Teatro in collaborazione con l’Associazione A Spasso per il Borgo di Valvasone (prenotazione obbligatoria).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!