Tavola rotonda con mistero all’Antiquarium – Povoletto

6 Aprile 2019

POVOLETTO. È una giornata dedicata all’archeologia e ai suoi misteri, con una tavola rotonda e una visita dedicata ai bambini e alle famiglie quella organizzata dal Comune di Povoletto domenica 7 aprile a partire dalle 10.30. L’appuntamento è fissato nella suggestiva cornice dell’Antiquarium della Motta e Mostra del Fossile di Povoletto.

Archeologi al lavoro (Foto Fabio Piuzzi)

L’introduzione dell’incontro, in cui interverranno diversi esperti, tra archeologi, antropologi e operatori culturali è a cura dell’Assessore alla Cultura e Pari Opportunità del Comune di Povoletto Valentina Bernardinis. Seguirà il dibattito con gli interventi di Angela Borzacconi, Renato Bosa, Angela Bressan,Tiziana Cividini, Roberta Costantini, Roberto Daris, Roberto Micheli, Michele Peris, Fabio Piuzzi (che è anche il Curatore dell’Antiquarium della Motta), Paola Saccheri, Fabio Sartori, Luciana Travan e Paola Visentini, il cui focus è quanto il fattore umano abbia influito sull’ecosistema del passato al punto di delineare le frontiere della ricerca archeologica attuale.

Al di là dello studio storico, con i suoi misteri e il suo fascino, si tenterà di sondare le potenzialità del contributo dell’archeologia per la comprensione dell’ambiente e della sua evoluzione. Obiettivo finale è la riflessione su alcune finalità attuali della disciplina archeologica, intesa come scienza che non solo restituisce la dimensione storica e quotidiana del mondo antico (nel caso specifico in un castello del Medioevo) ma che, alla luce delle urgenze planetarie, focalizza la ricerca sulla ricostruzione dell’ambiente in cui la vita si svolgeva.

Dopo la tavola rotonda, aperta al pubblico, seguirà la presentazione di un “oggetto misterioso” rinvenuto proprio nel castello della Motta. Il pomeriggio, con inizio alle 16.30 è invece dedicato ai bambini, con una visita ludico-didattica dal titolo “Il castello del mistero”. Una visita tra le sale del Museo muniti di una speciale mappa e pronti a destreggiarsi fra sfide, cacce al dettaglio, indizi e prove da superare per svelare un mistero che da anni aleggia tra le mura dell’Antiquarium.

Condividi questo articolo!