Il Tartini stringe un accordo con Pechino per la musica

9 Settembre 2017

TRIESTE. E’ stato siglato oggi, sabato 9 settembre, nella sede amministrativa del Chinese National School of Music, l’accordo Trieste–Pechino per la formazione a distanza, lo scambio di studenti e di docenti, le produzioni musicali comuni. Lo hanno firmato il presidente del Conservatorio Tartini, Lorenzo Capaldo e il Presidente dell’istituzione musicale cinese Wang Liguang. «L’accordo è stato preceduto – spiega Capaldo – da un colloquio cordiale, nel quale ci siamo proposti di intensificare gli scambi culturali, non limitati alla musica) tra Pechino e Trieste, prospettando una serie di attività comuni per il futuro».

Domani, domenica 10 settembre, proseguono i lavori per costruire “un ponte di musica” fra Trieste e la Cina: Lorenzo Capaldo sarà impegnato nei lavori ristretti del simposio internazionale organizzato dal China Conservatory of Music presso la Grande Sala del Popolo di Pechino, in piazza Tienanmen, il cuore politico del Paese, dove ha sede il Congresso nazionale cinese. Sarà l’occasione per avviare i primi contatti con rappresentanti del governo cinese, in vista della concretizzazione di sinergie sul piano della formazione e didattica musicale, ma anche delle relazioni culturali fra Trieste e la Cina. I lavori del convegno hanno coinvolto ieri alcune delle più prestigiose istituzioni di alta formazione musicale del mondo, da Sydney a New York, da Boston a Auckland, da Weimar a San Pietroburgo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!