Tante star del jazz a J&W Riflettori su Diane Reeves

25 Ottobre 2019

Foto Luca A. d’Agostino / Phocus Agency

CORMONS. Dopo le prime tre giornate con l’evento Bill Frisell, i sold out di John Mc Laughlin, Nubya Garcia, The Comet is coming e tutti gli altri appuntamenti sempre affollatissimi – fra cantine, vigne e antiche ville e paesaggi spettacolari del Collio, esaltati da questi splendidi giorni di fine ottobre – domani, sabato 26 ottobre, al Jazz & Wine of Peace festival è il giorno di Diane Reeves, una delle più importanti cantanti jazz del nostro tempo, vincitrice di 5 Grammy Awards, attesa alle 18 sul palco del Teatro Giuseppe Verdi di Gorizia. Nel suo repertorio s’intrecciano lo scat, il tradizionale canto jazz basato sulle improvvisazioni vocali, e la gioiosa forza del gospel, il blues e la seducente sensualità del soul.

Diane Reeves

In serata, alle 21.30, nel Teatro comunale di Cormòns, lo strepitoso Cross Current Trio, un trio leggendario composto da Dave Holland, tra i bassisti più apprezzati da Miles Davis, Zakir Hussain, un fenomeno nel campo delle percussioni, e Chris Potter, uno dei più tecnici e potenti sassofonisti in circolazione. La giornata di sabato si apre però al Kulturni Dom di Nova Gorica, alle 11, con Area Open Project formazione italiana guidata da Patrizio Fariselli che, per la prima volta dalla morte di Demetrio Stratos, propone i brani più importanti degli Area cantati dal vivo da Claudia Tellini. Alle 13:15, nell’Azienda Agricola Ca’ Ronesca di Dolegna del Collio, il pianista e compositore Dieter Glawischnig, vera leggenda del jazz europeo, si esibisce con la giovane sassofonista austriaca Tanja Feichtmair. A seguire, David Murray, il grande sassofonista di Oakland, che incontra il basso del norvegese Ingebrigt Håker Flaten e la batteria di Paal Nilssen-Love, alle 16 a Vila Vipolže (Vipolže – Slo).

Area Opera Project

Appuntamento con Jazz & Taste, alle 12, all’Azienda Polje di Cormòns che ospiterà Eduardo Contizanetti in un assolo di chitarra. Quattro gli appuntamenti serali con Round Midnight: primo concerto da Claudine alle 20, con l’Eastern Border Ensemble, quartetto di musicisti provenienti dal Nord Italia e dalla Bosnia, formato da Simone Lanzi al basso, Piercarlo Favro alla chitarra, Camilla Collet alla batteria e la voce di Kristina Ivanoić. Alle 23.30, al Jazz & Wine le bar, il duo Mrach – Scaramella propone brani di estrazione jazzistica che spaziano dal bebop alla bossa nova; alla stessa ora, all’Enoteca di Cormòns (23:30), il sound di Gushi & Raffunk mentre in Taberna i Legacy of the Blues capitanati da Mr. Lucky eseguiranno il meglio blues internazionale.

Da segnalare, tra gli eventi collaterali, Wine & Bike, dalle 10 alle 16:30, itinerario cicloturistico slow adatto a tutti, su piste ciclabili e rilievi collinari, con tanto di degustazione di miele del territorio e dei prodotti enogastronomici dell’azienda Ca’ Ronesca, dove si tiene il concerto di Dieter Glawischnig & Tanja Feichtmair (evento a numero chiuso su prenotazione; 15 euro inclusi noleggio bici, degustazione, concerto; partenza da El Condor Sport in viale Friuli 117). Per gli appassionati di moda l’appuntamento è alle 16 a Palazzo Coronini Cronberg, dimora storica che apre le porte al pubblico per la mostra L’indispensabile superfluo, dedicato agli accessori della moda nelle collezioni della famiglia Coronini (visita guidata con prenotazione, ticket@controtempo.org).

Il programma integrale di “Jazz & Wine of Peace” è sul sito www.controtempo.org info: www.controtempo.org, 0039 347 4421717

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!