Successo di ‘Chiese del 1500’ E sabato si va a Pontebba

8 Ottobre 2020

FOGLIANO. E’ stata un successo la prima edizione del progetto ‘Le chiese del Cinquecento – riscoperta di un patrimonio del Territorio’. La Pro Loco Fogliano Redipuglia, assieme ai vari partner che hanno collaborato all’ottima realizzazione dell’iniziativa, è riuscita nell’intento di far conoscere e apprezzare alcune chicche di storia, cultura e fede della Bisiacaria e della Bassa Friulana. La pioggia non ha fermato l’intrepido gruppo, ben 37 partecipanti che hanno sempre seguito tutte le normative e le prescrizioni che il periodo di emergenza impone. Ad accompagnare il gruppo Luca Geroni, esperto in Storia dell’Arte, assieme a vari appassionati ed esperti in ogni tappa, come Ivan Bianchi a Fogliano per Santa Maria in Monte, Cristina Nocent e Renato Aveta a San Canzian d’Isonzo e Matteo Marchesan a Grado.

Il Territorio della Bisiacaria e la Bassa Friulana offrono numerosi spunti storico-naturalistici dai quali scaturiscono, quasi naturalmente, variopinti percorsi da effettuare non solo a piedi o in bicicletta ma con la mente e il cuore, spaziando da antiche trabeature a secolari affreschi, con la freschezza del verde della natura che avvolge questi scrigni di fede e di arte. Si tratta delle numerose chiesette del Cinquecento e del Seicento che hanno resistito a secoli e a guerre per giungere fino a noi. Con un filo rosso ideale, i vari percorsi ricreati cercano di unire più testimonianze possibili, coniugando il piacere di muoversi con i ritmi di un tempo alla conoscenza storico-architettonica odierna. La Pro Loco, di fatto, ha creato una carta geografica con i riferimenti di vari edifici religiosi, compresi quelli non più esistenti come la chiesetta di Redipuglia, poi ricostruita nel primo dopoguerra, o quella di San Poletto a Monfalcone. A collaborare anche i sodalizi di Bisiachinbici, per la realizzazione del percorso ciclistico, e i Campanari del Goriziano per la creazione di un’apposita esibizione di campanari nella località di San Zanut.

Le attività della Pro Loco Fogliano Redipuglia non si concludono qui: sabato 10 è già in programma un’uscita a Pontebba con una quarantina di studenti sulle tracce della Grande Guerra. Durante l’uscita sarà, anche, realizzato, un clip video con alcuni dei giovani partecipanti grazie al supporto dell’associazione “Quello che le montagne restituiscono”, già partner di vari altri progetti e che si occupa del recupero, ripristino e mantenimento dei siti Grande Guerra nella zona di Pontebba, i ragazzi dei gruppi parrocchiali di Nimis e Tarcento avranno la possibilità di vedere ed essere parte attiva della riscoperta di una terra che fu di confine nel periodo bellico. A coadiuvare la Pro Loco il Gruppo Storico Culturale “I Grigioverdi del Carso”, il gruppo rievocatori “Monte Sei Busi”, in seno alla Pro Loco, e gli Esperti Grande Guerra. Ciò nell’ottica di conclusione del progetto didattico finanziato dalla Regione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!