Storia e arte a Ragogna e dintorni nel week-end

30 Maggio 2019

RAGOGNA. Fine settimana ricco di avvenimenti a Ragogna e dintorni. Venerdì 31 maggio, alle 18, nel Castello di San Pietro di Ragogna, presentazione del progetto Walkart/Festival dei Cammini. Dopo l’accoglienza degli ospiti, nella Pieve del Castello ci sarà il saluto dei Partner del progetto – Comunità Collinare Fvg, Kärntnen:Mitte e PromoTurismoFvg – e la presentazione dei risultati. Dopo le conclusioni, buffet con prodotti tipici. Seguiranno alcune esecuzioni di musiche medievali.

Alle 20:40, nella Chiesa di Villuzza di Ragogna, concerto “Serenades a Viluce”: voce lirica e folk si intrecciano per una serata di emozioni, a cura di Chiara Nigris, Giulio Venier e Michele Pucci. Più o meno alla stessa ora (20:30), ma nella Sala consiliare di Forgaria conferenza sul tema “Un gioiello sui binari. La pedemontana da ferrovia strategica a ferrovia degli emigrati” a cura di Romano Vecchiet, nell’ambito del progetto “Sui Binari della Storia”, di cui il Comune di Ragogna è partner.

Nella notte tra venerdì e sabato, ritrovo alle 00:30 in Località Tabine per un’escursione storica notturna con la rappresentazione teatrale “Invasioni” all’ossario germanico di Pinzano, spettacolo di Sara Beinat e Marta Riservato, con Sara Beinat, Marta Riservato, Roberto Pagura, Stefano Andreutti. Musiche dal vivo di Stefano Andreutti. Allestimenti scenografici di Roberto Pagura e Stefano Andreutti. Un’unica storia narrata a più voci racconta di come, nelle guerre che hanno attraversato l’intero ‘900, il corpo della donna sia stato usato come campo di battaglia. A tramandare questo martirio, donne e uomini di diverse epoche e provenienze, accomunati dall’esperienza di un’invasione che non ha risparmiato spazi comunitari, luoghi privati, vite. Vite stroncate, vite sospese, vite che da queste macerie affiorano, innocenti e inconsapevoli, come “figli del nemico”.

Domenica 2 giugno alle 16 nel Castello di San Pietro di Ragogna, inaugurazione della mostra d’arte “Dal bozzetto all’opera finita”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!