Storia del Mediterraneo in 30 oggetti (Libreria Friuli)

26 Giugno 2021

UDINE. Lunedì 28 giugno, alle 18, nella Libreria Friuli di Udine si terrà la presentazione di “Stupor mundi. Storia del Mediterraneo in trenta oggetti” di Paolo Giulierini; con lui dialogherà Maurizio Buora, Presidente della Saf. L’evento è in collaborazione con Associazione dei Toscani del Fvg e la Saf, Società Friulana di Archeologia. Dalle popolazioni preistoriche agli etruschi, dai romani ai bizantini, dai greci ai normanni, e ancora arabi, cinesi, indiani: nel corso dei secoli il Mediterraneo è stato luogo e strumento d’incontro – o di scontro – tra civiltà diverse e distanti, che ne hanno solcato le acque per commerciare e depredare, per condividere e conquistare.

Quella del Mare Nostrum è dunque una storia che ci parla tanto di noi italiani quanto del nostro rapporto con gli “altri”; un rapporto testimoniato dalle cronache e dai documenti, ma soprattutto dagli oggetti che hanno attraversato i flutti del tempo. Perché gli oggetti persistono, resistono, superano le nostre esistenze e si presentano secoli dopo come testimoni di un tempo che fu. A raccontare la loro storia a chi è capace di farli parlare. Paolo Giulierini, archeologo e direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ha scelto dall’imponente collezione del museo trenta di questi oggetti emblematici, per raccontarci come nasce la grande bellezza italiana.

Condividi questo articolo!