Soprintendenza e Protezione civile Una mostra a Udine

12 Ottobre 2021

UDINE. La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia partecipa alla terza edizione della Settimana Nazionale della Protezione Civile. Nell’ambito delle numerose iniziative sul territorio nazionale e a livello locale, la Soprintendenza Fvg ripropone giovedì, nell’androne di Palazzo Clabassi a Udine, la mostra “La tutela del patrimonio culturale in caso di calamità naturali”, già allestita nel 2020, sull’attività congiunta della Soprintendenza e della Protezione Civile per la tutela del patrimonio culturale, con un approfondimento specifico sui cantieri di restauro in corso finanziati con la raccolta fondi della Protezione Civile del Fvg, diretti dalla Soprintendenza, per il recupero del patrimonio architettonico e artistico della regione danneggiato dalla tempesta Vaia. La mostra sarà visitabile fino alle 20​, in ottemperanza alla normativa anti-Covid.

Alle 18 sarà inoltre possibile seguire la Diretta Webinar, nella quale saranno illustrati gli interventi di restauro nella Pieve di San Floriano a Illegio, finanziati con la raccolta fondi della Protezione Civile del Fvg, diretti dalla Soprintendenza e realizzati dalla ditta Laar srl di Udine. Ai saluti istituzionali seguiranno gli interventi di: Amedeo Aristei, Direttore della Protezione civile delFvg (Il ruolo del volontariato nelle emergenze di Protezione civile nel Friuli Venezia Giulia); Morena D’Aronco (Sinergie fra Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia e Protezione civile regionale nella tutela del patrimonio culturale); ​Domenico Ruma, Laar (Restauro delle superfici architettoniche e delle decorazioni nella Pieve di San Floriano a Illegio di Tolmezzo). La partecipazione al webinar è libera e gratuita, collegandosi al link

https://meet.google.com/jkw-tmdc-wjc

Durante la mostra sarà inoltre proiettato il video inerente alla ricollocazione de “La Madonna che intercede per la salvezza delle anime del Purgatorio” di Pietro Venier (Udine 1673 – 1737) nel prezioso altare marmoreo di Antonio Corradini nella chiesa udinese di San Giacomo. La ricollocazione dell’importante dipinto su tela, oggetto di un delicato restauro eseguito nel laboratorio di Udine della Soprintendenza, è stata effettuata nell’ambito della decima edizione della Campagna nazionale sulle buone pratiche di protezione civile “Io non rischio” nel 2020, a opera del personale tecnico-scientifico della Sabap Fvg, del coordinatore Graziano Mestroni e di una rappresentanza del gruppo di volontari della Protezione Civile di Udine, formati nel settore della messa in sicurezza dei beni culturali mobili.

Tutte le iniziative si svolgeranno in ottemperanza alla normativa anti-Covid.

Condividi questo articolo!