Sono quasi 200 gli eventi che proporrà Natale a Pordenone

30 Novembre 2018

La pista di pattinaggio (Foto Simonella)

PORDENONE. Mercatini, pista del ghiaccio, trenino, giostra dei cavalli, giochi, intrattenimento, incontri, spettacoli e tanta musica dal gospel al rock, dal pop allo ska. Il Natale a Pordenone si accende dal primo dicembre al 6 gennaio in centro e nei quartieri, nelle chiese e nelle piazze, nelle biblioteche e nei teatri, nei musei e nei caffè con quasi 200 eventi. E quest’anno il Capodanno stupirà con effetti speciali ad accompagnare l’esplosiva vitalità della The Original Blues Brothers Band – unica data in Italia, concerto in esclusiva per il Capodanno di Pordenone – per lasciare poi il campo alla Befana e ai tradizionali falò.

I negozi del centro saranno aperti tutte le domeniche e a supporto delle famiglie nel fine settimana ci sarà un servizio di Baby Care nello Spazio morbido della biblioteca con giochi e laboratori. Il programma è realizzato dal Comune di Pordenone in collaborazione con Sviluppo e territorio, con il sostegno di un pool di sponsor istituzionali e privati, assieme alle associazioni, alle parrocchie e ai rioni cittadini. E’ un cartellone di eventi tutto da gustare, che farà contenti grandi e piccini, per vivere assieme lo spirito più autentico del Natale nella città addobbata a festa con luci e alberi.

Ma cominciamo dall’inizio, cioè dall’inaugurazione, che è domani. L’appuntamento è in piazza XX Settembre – dove sono allestiste le casette del gusto – alle 18 con il concerto di canti natalizi e a tema dei ragazzi delle scuole secondarie di primo grado di Pordenone Pier Paolo Pasolini e Centro Storico e del Coro studentesco Singin’Pordenone. Alle 18.30 l’accensione delle luci dell’albero addobbato coinciderà con l’apertura al pubblico della pista di pattinaggio sul ghiaccio, fruibile gratuitamente per la prima ora. La sera il palco della piazza sarà tutto per il raffinato, intrigante e coinvolgente concerto gospel “Alessandro Pozzetto & The rising Vibrations Xmas 2018”. Il progetto inedito, firmato dal carismatico Pozzetto, direttore dell’Italian Gospel Choir, coinvolge un gruppo vocale di altissima levatura artistica: tutte voci femminili selezionate accuratamente per creare un impasto corale delizioso e potente allo stesso tempo.

Rising Vibrations

Soprani: Eleonora Chiesurin, Paulette Vincenzi, Valentina Dalla Libera. Alti Caterina Cesca, Valentina Peressini, Marina Zago. Tenori: Samuela Marangoni, Melissa Volpato, Sara Gerometta. Al loro fianco una band di professionisti che vantano curricula e collaborazioni con artisti di calibro internazionale: Ivan Zuccarato piano e tastiere, Luca Campaner chitarra, Luca Emanuele Amatruda basso, Simone Gerardo batteria. The Rising Vibrations è il titolo che racchiude e sintetizza l’idea e il mood creativo di Pozzetto, performer friulano sempre alla ricerca di nuove sonorità: sono vibrazioni crescenti, uno scambio alla pari delle vibrazioni che la musica in generale e quella Gospel spiccatamente, genera tra il pubblico e gli artisti. C’è l’idea dello scambio che intreccia i valori dell’accoglienza, della solidarietà e della condivisione e li lavora negli arrangiamenti dei brani e nella vocalità di questo eccellente cast. L’idea del “palco”, si capovolge continuamente tra direttore, coro, musicisti e pubblico creando un benefico e pieno scambio reciproco. Il repertorio è tutto natalizio: dal gospel tradizionale al pop.

La giornata sarà però vivace e fitta di appuntamenti sin dal mattino. Alle 10 nel Convento di San Francesco aprirà i battenti il Market Cafè, mercatino dedicato all’artigianato e alla creatività, che proseguirà per tutta la giornata di sabato e domenica. In programma mercatino (produzioni sartoriali e vintage, lampade di design o di riciclo, borse di pelle o pochette di morbido tessuto, piccola gioielleria e accessori estrosi, giochi per bambini); laboratori e workshop creativi per tutti i gusti e tutte le età; colonna sonora d’atmosfera con attente selezioni jazz, funk, rock e canzoni natalizie; stuzzichini sfiziosi, selezione di vini e aperitivi. Il tutto dalle 8 alle 20. Alle 11 dalla Loggia del Municipio partirà la visita guidata gratuita alla scoperta della città a cura di
Rotary Pordenone.

Seguirà, alle 11.30 (sotto la Loggia) l’esibizione corale del Coro Sant’Antonio Abate di Cordenons, diretto dalla maestra Monica Malachin (reduce da una splendida tournée in Andalusia), che proporrà alcuni canti internazionali quali: An Irish Blessing, canto tradizionale Irlandese, You raise me up con testo scritto dall’irlandese Brendan Graham e musica composta dal compositore e pianista norvegese Rolf Lovland, Evening Rise del compositore inglese John Rutter, passando attraverso l’italiano Severino Mercadante con “Ecco quel fiero istante”. Prevista anche l’esibizione dell’Associazione “CoralBlu” Amici Fondazione P. Baschiera A. Tallon, sorta per l’inclusione sociale delle persone mature, con letture, canti natalizi e non.

L’evento è dedicato all’ascolto delle diversità e per questo motivo sarà presente la comunità Tuareg, che leggerà un racconto tipico del proprio paese e presenterà la cerimonia del tè che poi sarà offerto alle persone presenti, nel segno del Natale e dell’amicizia. Durante il rito uno dei bambini della comunità reciterà una poesia. Il messaggio che si vuole mandare è che – seppure nella diversità degli usi e delle tradizioni – esiste sempre un punto di incontro e dialogo.

Wondy

Alle 17, al Museo delle Scienze, inaugurazione della mostra fotografica “In viaggio con Wondy” dedicata alla giornalista e scrittrice Francesca Del Rosso, scomparsa per un tumore al seno nel 2016, che arriva a Pordenone dopo numerose tappe in Italia. Un omaggio alla cultura della resilienza di cui la protagonista era convinta sostenitrice. La resilienza è la capacità di resistere alle difficoltà riorganizzando in modo positivo la propria vita. Una parola che da sola ci spiega chi era Francesca “Wondy” Del Rosso. L’esposizione è un percorso di immagini e brevi testi che ripercorrono la storia di Wondy. A partire dall’agosto 2010 quando aveva scoperto la malattia. La mostra è il primo atto dell’associazione “ Wondy sono io” nata dopo la morte di Francesca per volontà del marito Alessandro Milan, noto giornalista di Radio 24, Francesca Ravelli e Alessandro Tedesco con l’impegno di promuovere nel mondo il messaggio che ognuno di noi di fronte alle difficoltà non si deve abbattere, ma può diventare un supereroe. La mostra a ingresso gratuito, è realizzata grazie all’impegno di associazioni quali Fidapa, Rotary Club Pordenone, affiancate dal protocollo “Carta di Pordenone” e grazie alle aziende Marcolin Covering Srl, Egon Srl e Negozio Queen’s di Pordenone. Sarà aperta al pubblico fino al 9 dicembre dalle 15 alle 19.

Durante la giornata infine diverse saranno le attività dedicate ai bambini: alle 10.30, nella Sala dell’oratorio di San Lorenzo, Che Natale in città! Un Natale da fiaba: Biancaneve a cura di Ortoteatro; dalle 15 alle 18 al Museo di storia Naturale, Per sentirti meglio! Laboratori per bambini dai 6 anni (informazioni e iscrizioni 0434/542455); alle 16 al Nuovo Cinema Don Bosco, Cinemazerokids con “Lo schiaccianoci e i 4 regni”; alle 16.30 nella Biblioteca di Torre Laboratorio itinerante di disegno manga Yu Gi Oh per ragazzi da 8 a 13 anni (prenotazioni 0434 44 038); alle 17 nella Sezione Ragazzi della Biblioteca Civica Le letture del sabato pomeriggio. Per bambini fino 6 anni e i loro genitori.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!