Sono 5 i progetti ritenuti validi al Concorso StartMeUp

29 Giugno 2020

UDINE. Addi.fit – la nuova generazione di artigiani calzaturieri italiani – si aggiudica il primo posto alla competizione “Spazio a StartMeUp Fvg”. Il progetto della startup innovativa applica a un settore “tradizionale” le possibilità di personalizzazione del prodotto della stampa 3D per offrire al cliente calzature create in real-time partendo da un’immagine scattata con lo Smartphone. Un nuovo modello di business che grazie alla tecnologia additiva scardina la produzione e la logistica tradizionale, offrendo benefici anche in termini di sostenibilità delle produzioni ed emissioni di CO2.

Sono in totale 5 le iniziative innovative selezionate dalla giuria e che avranno l’occasione di crescere beneficiando delle esperienze e delle competenze messe a disposizione dall’Incubatore Certificato Friuli Innovazione nel quadro di due azioni sinergiche: “StartMeUp Fvg” – progetto finanziato dalla Regione Fvg – e “Spazio alle Startup” – l’iniziativa di Friuli Innovazione ancora una volta assieme a Confindustria Udine e Unicorn Trainers Club per supportare le migliori startup.

La giuria composta dai rappresentanti di Friuli Innovazione, Confindustria Udine, Unicorn Trainers Club, Università di Udine e Camera di Commercio di Pordenone-Udine è stata concorde e unanime nella definizione della graduatoria e nell’assegnare il podio a progetti sviluppati negli ambiti più strategici ed attuali: Additive Manufacturing, Ict&Digital e Industria 4.0. Grazie alla qualità e innovatività espressa e all’extra budget accordato dai promotori del bando, il secondo posto è stato assegnato a pari merito a Veraison e Rawica. Veraison ha ideato e presentato una piattaforma integrata dedicata alle aziende del mondo beverage con un impatto ambientale positivo, che combina innovazione ed etica in un settore in fortissima crescita. Rawica, invece, ha sviluppato un nuovo concetto di lavaggio robotizzato nel settore industriale. Addifit, Veraison e Rawica potranno quindi contare sul supporto delle consulenze specialistiche per lo sviluppo del business e trovano “casa” a Friuli Innovazione con un ufficio all’interno dell’incubatore certificato al Parco Scientifico e Tecnologico di Udine.

“I progetti esprimono un elevato potenziale in termini di innovazione dell’iniziativa di business presentata, competenza e preparazione dei team e, grazie ai servizi messi loro a disposizione con Spazio a StartMeUp, avranno modo di accelerare lo sviluppo delle loro proposte e affrontare rapidamente il mercato” – commenta Fabio Feruglio, Direttore di Friuli Innovazione. I cinque progetti selezionati nell’ambito del bando si aggiudicano servizi di supporto per orientamento, assistenza e accompagnamento imprenditoriale nella crescita, supporto alla promozione e accesso esclusivo alla rete di più di 70 mentori e consulenti sviluppata da Friuli Innovazione, nonché la possibilità di entrare a far parte del network di Unicorn Trainers Club (Utc), importante punto di riferimento udinese per chi crede nell’innovazione e desidera portare al successo la sua idea imprenditoriale. Premiate anche la startup innovativa Friuldev – con un progetto per favorire l’accesso delle Pmi all’Industry 4.0 offrendo tecnologia avanzata al giusto costo – che ha conquistato la quarta posizione e Vitinera – start up innovativa il cui obiettivo è di facilitare l’iterazione fra cantine e winelover, i quali potranno prenotare e acquistare direttamente dalla piattaforma le esperienze offerte dalle cantine – che si è classificato quinto.

“Dopo aver mosso i primi passi con il supporto dell’incubatore, le 5 iniziative selezionate potranno accedere al rapporto di relazione associativa con Confindustria Udine a titolo gratuito per 2 anni e avranno quindi l’occasione di svilupparsi in sinergia con gli associati, sperimentare ulteriormente la propria idea in un contesto solido e collaudato come quello d’azienda, usufruire di servizi esistenti, condividere e sviluppare reti e canali commerciali anche internazionali, potranno contare su conoscenze e competenze manageriali – dichiara Cristina Mattiussi, delegata della Commissione Innovazione di Confindustria Udine -. Favorire e supportare lo sviluppo di nuova impresa è ancor più in questo momento una priorità per il nostro Paese”. Il supporto allo sviluppo della nuova impresa deve essere una priorità anche per la nostra Regione che, con sistema di ricerca e università che ci posiziona allo stesso livello di altre Regioni con dimensione economica maggiore, ha ancora molte potenzialità per contribuire alla nascita di nuove startup.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!