Snia Viscosa e l’occupazione italiana della Jugoslavia

20 Febbraio 2019

TORVISCOSA. Venerdì 22 febbraio alle 18, nel Centro sociale di Torviscosa, si parlerà ancora e più nel dettaglio del ruolo della Snia Viscosa – Saici durante l’occupazione fascista della Jugoslavia nel 1941–1943. Un primo incontro commemorativo ha avuto luogo il 27 gennaio scorso nel sito dell’ex campo di concentramento di Gonars, dove sono stati internati molti dei deportati delle zone occupate all’epoca dall’esercito italiano. Tra questi, anche diverse persone della zona di Gottschee-Kocevie, un’area della Slovenia meridionale abitata, prima dell’occupazione, da una comunità di lingua tedesca. L’annessione della zona all’Italia nel 1941 consentì alla Saici di sfruttare i boschi di Kocevie e trasferire il legname a Torviscosa nello stabilimento per la produzione di cellulosa.

L’interesse suscitato dall’incontro di gennaio ha indotto la Pro Torviscosa a replicare l’iniziativa, questa volta a Torviscosa, con la possibilità per gli intervenuti di visualizzare parte materiali ritrovati in vari archivi nazionali ed esteri, in particolare quelli della ex Jugoslavia. Dopo un’introduzione del presidente della Pro Torviscosa Michele De Caro, l’approfondimento storico sarà curato dal consigliere comunale di Torviscosa Mareno Settimo, che da anni si occupa di ricerche storiche legate a Torviscosa e alla sua esperienza industriale.

Condividi questo articolo!