Sfida tra poeti e musica al Parco di San Giovanni (Ts)

23 Gennaio 2020

TRIESTE. “Questo è un invito artistico che vi richiama all’interno del Parco di San Giovanni a Trieste. Il luogo non è casuale, così come non lo è la rassegna. Questo è per noi un omaggio ad una persona che ha fatto tanto, molto, il possibile e spesso di più per l’arte e per gli artisti triestini”. ZufZone #Mente è la quarta tappa di una rassegna poetica strutturata in otto date, ognuna di un colore diverso. Il colore dell’appuntamento di gennaio è il verde. Sabato 25 gennaio a partire dalle 20.30 si aprirà con un Poetry Slam, una sfida non competitiva tra poeti e poetesse, in cui a decretare il vincitore sarà il pubblico attraverso una giuria estratta a sorte dal conduttore della serata: Theo La Vecia Verdiani.

Nicolas Cunial

Chi volesse partecipare può scrivere alla mail: zufzone@gmail.com Da Firenze arriva Nicolas Cunial poeta, performer e scrittore, nonché slammer di lunga data e tra i più apprezzati in Italia. Il suo Black in ⁄ Black out è un progetto intermediale composto da un libro, un ep e uno spettacolo dove poesia, musica elettronica e video si fondono per ricreare un contrasto: tra chi soffre di un disturbo mentale e vorrebbe comunicarlo e chi gli sta attorno rivelandosi però umanamente sordo. Una spettacolo che ricerca un obiettivo preciso “farvi ballare durante un terremoto”.

A concludere la serata, ci saranno le canzoni di Giovanni Zacchigna, cantautore italiano indipendente con all’attivo diversi ep pubblicati (“Atti giovanili” nel 2015, “Prima rotta” nel 2016) e nel 2019 il disco “Le canzoni della stanza”. Un concept album di 9 inediti composto e prodotto da Giovanni Zacchigna e registrato da Marco Parlante. Un disco di stampo cantautoriale per quanto riguarda la struttura narrativa e sintattica dei testi che cercano di approfondire le malsane dinamiche dei rapporti personali, diventati nella società odierna sempre meno profondi, più morbosi e meschini, e più difficili da definire, e che conferiscono all’individuo una ‘moderna solitudine’ di cui a stento si accorge e una sempre più incalzante incapacità a relazionarsi. In questo crudo scenario, dove entrano in gioco silenzi, segreti, paure e resoconti, Giovanni, tuttavia, non si tira indietro dal mostrare come la donna, figura predominante nel disco e quasi sempre presente nei suoi testi, abbia l’abilità di scavalcare dogmi e pressioni del potere a favore di una sensibilità, strettamente femminile, in grado di conferire libertà e autenticità a qualsiasi unione, anche quando quest’ultima è destinata a spezzarsi.

Infine, il tema “Mente” sarà per tutto il mese al centro della mostra in cui saranno esposte le opere dell’artista croata Tea Jurišić, artista che frequenta l’ultimo anno dell’Accademia delle Belle Arti di Zagabria e lavora nel campo della grafica con il professore e illustratore Svjetlan Junakovic. Illustratrice, pittrice e disegnatrice, ha partecipato a numerose mostre ed esibizioni. Ha lavorato anche nell’allestimento di alcuni spettacoli d’opera come ‘‘Le Rossignol’’ di Igor Stravinsky e ‘‘Orfeo ed Euridice’’ di Christoph Willibald Glück.

A tracciare questa mappa poetica sono ZufZone in collaborazione con La Collina Cooperativa Sociale, Zeno, Il Posto delle Fragole Trieste, Radio Fragola, Mold Records.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!