Setemane chiude a Cassacco Eventi anche in altri paesi

14 Maggio 2022

CASSACCO. Volge al finale la IX edizione della Setemane de culture furlane – Settimana della cultura friulana promossa dalla Società Filologica, edizione della rinascita che dopo i due difficili anni della pandemia ha ripreso le attività in presenza in numerose località del Friuli e, forte dell’esperienza maturata, non ha trascurato la proposta online.

La giornata conclusiva, domenica 15 maggio, sarà aperta come da tradizione dalla Fraie de Vierte, la festa di primavera della Società ospitata quest’anno dal Comune di Cassacco, cui è stato dedicato un numero speciale della rivista «Sot la nape», a cura di Carlo Venuti, e al cui territorio sono legate importanti personalità della cultura friulana che saranno in questa occasione ricordate: Bindo Chiurlo, Carlo Sgorlon, Pierluigi Cappello. La giornata si aprirà alle 9.30 con la messa nella chiesa di San Marco Evangelista a Raspano e continuerà alle 11 con il convegno all’Auditorium Garzoni di Cassacco dove, alle 17.30 è previsto anche il concerto “Luigi Garzoni di Adorgnano. Cronache dell’ultimo cantore della civiltà friulana” nei 50 anni dalla morte del maestro, con il gruppo di ottoni Brassevonde, il soprano Giulia Della Peruta e le letture di Massimo Somaglino.

Tra gli altri eventi della giornata, alle 17 a Tramonti di Sopra incontro su “Gli antichi mestieri della Val Tramontina”, alle 18 all’Auditorium di Pasian di Prato spettacolo teatrale “La sblancjade di Pasche” di Maria Gioitti del Monaco e a Passariano, nell’ambito di Sapori Pro Loco, cerimonia di premiazione della prima edizione del concorso letterario “Jacum dai Zeis”. Dalle 15 alle 19 (sia sabato che domenica) a Palazzo Mantica in via Manin 18 a Udine, sede della Filologica, apertura straordinaria della mostra “Pasolini 100. Mario Micossi sui luoghi delle “Poesie a Casarsa”.

Tra gli eventi online, che si possono seguire semplicemente collegandosi al sito www.setemane.it, alle 16 conferenza sull’attualità e valore della lingua friulana in Ermes di Colloredo, a cura del Fogolâr Furlan di Roma, alle 18 “Il sogno e l’illusione”, presentazione del volume che raccoglie la storia del Coro Polifonico di Ruda, con Pierpaolo Gratton e Alessio Screm; alle 21, chiuderà la rassegna la proiezione del docufilm “Atlante della Memoria” di Dorino Migutti, prodotto da Agherose per il centenario della Società Filologica Friulana, ispirato alla figura di Ugo Pellis e alla sua monumentale opera per la realizzazione dell’Atlante Linguistico Friulano.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!