Sapori da tutte le regioni e vini declinati al femminile

8 Luglio 2017

La vite è donna

DUINO. Grand’estate a Portopiccolo con manifestazioni d’eccellenza. Oggi, sabato 8 luglio, ci sarà un’evento gourmet con la degustazione delle eccellenze enologiche da ogni regione italiana, presentate dalle produttrici: 150 vini di 77 aziende e una selezione di prodotti tipici da tutte le regioni d’Italia. La Delegazione delle Donne del Vino del Friuli Venezia Giulia dà vita all’evento “La vite è Donna” in un palcoscenico unico come Portopiccolo, che si affaccia su uno specchio di mare del Golfo di Trieste, tra i castelli di Miramare e di Duino. Si tratta di un borgo di mare progettato in chiave contemporanea: un luogo sicuro, accessibile e protetto dove passeggiare tra botteghe, piazzetta, marina e beach club.

Sarà così Portopiccolo a ospitare questa sera, dalle 19 alle 23, le produttrici provenienti da ogni regione per presentare l’Italia attraverso un percorso enologico unico nel suo genere: dal Barolo piemontese al Nero d’Avola siciliano, per percorrere tutto lo Stivale con i deliziosi vini declinati interamente al femminile. Per accedere è possibile acquistare il biglietto online all’https://goo.gl/QzbYvw (risparmiando 8 euro), o direttamente a Portopiccolo, al costo di 33 euro. Informazioni a
eventiportopiccolo@ppst.it o allo 040291291.

Alle 21.30 ci sarà pure Emanuele Urso e il suo settetto, che portano in piazzetta le suggestive note jazz e swing interpretate secondo gli arrangiamenti di Benny Goodman, Glenn Miller e Fletcher Henderson, per rituffarsi direttamente nel periodo forse più brillante ed entusiasmante del ‘900.

Domani, domenica 9 luglio, arte e design si incontrano a bordo di IMPETUS, storico rimorchiatore degli anni ’50. Dalle 18 tutti gli ospiti di Portopiccolo potranno visitare la “Mostra galleggiante“ a bordo di questa splendida nave. L’evento è il risultato dell’unione di due artisti, Paolo Beraldo, scultore, e Maria Luisa De Bin, designer, e delle loro passioni: l’arte e il mare. Paolo Beraldo esporrà i suoi “Assemblaggi d’arte”, tra i quali famose le sue sculture cinetiche, e la nuova collezione di occhiali Lagooneyes, ideata da Maria Luisa De Bin, linea prodotta artigianalmente dallo stesso Paolo Beraldo nel cantiere laboratorio di Murano. Le creazioni Lagooneyes sono pezzi unici e autentici, nei quali emergono estro e creatività, valori riscoperti volgendo gli occhi alla laguna veneta e a Venezia. La serata sarà introdotta dalla presentazione curata dal dott. Fabio Fonda, gallerista di Woland Art Club Sistiana.

C.S.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!