SanVitoJazz si apre con la musica tra Est Europa e Friuli

9 Marzo 2017

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. E’ tutto pronto per l’11a edizione di SanVitoJazz, rassegna ideata e diretta da Flavio Massarutto e realizzata dal Comune di San Vito e dall’ERT con il sostegno di ATAP. La grande novità di quest’anno è il cambiamento di sede. Dopo 10 anni nello splendido e raccolto Teatro Arrigoni, la rassegna si sposta nel più capiente Auditorium sanvitese dove potrà soddisfare le tante richieste del pubblico.

Il primo appuntamento in cartellone è previsto per sabato 11 marzo alle 21 con un progetto originale presentato in esclusiva per San Vito Jazz. Il titolo è Reflettiva!; gli interpreti rappresentano quanto di meglio la scena europea possa offrire: il percussionista sloveno Zlatko Kaučič, il violinista rumeno Alexander Balanescu, Bruno Cesseli che, oltre a suonare il pianoforte, del progetto ha firmato gli arrangiamenti e condurrà l’Orchestra dell’Accademia d’archi Arrigoni di San Vito.

In Reflettiva! la musica di Kaučič, intrisa di echi popolari, celebra l’incontro tra Friuli ed Est Europa nel segno dell’improvvisazione.
Batterista e percussionista, l’artista sloveno, nato a Postojna ma formatosi tra Zurigo, Barcellona e Amsterdam, si è imposto come uno dei musicisti creativi più apprezzati d’Europa e ha collaborato con grandi nomi del jazz mondiale (Steve Lacy, Paul Mc Candless, Alexander Balanescu) e italiano (Massimo De Mattia, Stefano Battaglia, Antonio Marangolo). La sua musica è il risultato affascinante della rielaborazione delle tradizioni popolari della sua terra con la carica iconoclasta e teatrale dell’improvvisazione radicale, l’amore per il jazz e il rock, e l’uso eterodosso di strumenti, oggetti di vita quotidiana e giocattoli. Al suo fianco, oltre a Bruno Cesselli, fondamentale parte del progetto, ci sarà Alexander Balanescu, un’istituzione nel mondo del jazz che vanta, nella sua carriera, la militanza, da giovanissimo, nel Micheal Nyman Ensemble e nel Gavin Bryars Ensemble. La svolta della carriera avviene nel 1987 con il Balanescu Quartet con il quale affianca artisti del calibro di John Lurie e David Byrne. Seguono incursioni nel mondo delle colonne sonore per il cinema e numerose collaborazioni di successo. L’ultimo progetto firmato da Balanescu è del 2011 e si intitola The Island, un concept album “musical-teatrale” dedicato alla storia di Robinson Crusoe.

SanVitoJazz proseguirà sabato 18 marzo con la serata di jazz elettrico del Gabriele Mitelli O.N.G. – formato dal trombettista Mitelli, i chitarristi Enrico Terragnoli e Gabrio Baldacci, e il batterista Cristiano Calcagnile – accompagnato dal sassofonista Ken Vandermark, musicista di punta dell’avant-jazz di Chicago. La rassegna si chiuderà domenica 26 marzo con un omaggio al soul jazz di un quartetto di vere stelle: The William Parker Organ Quartet nel quale al fianco del mostro sacro della scena newyorkese, si esibiranno il pianista Cooper Moore, il batterista Hamid Drake e il sassofonista Brandon James Lewis.

Tutti gli appuntamenti inizieranno alle 21 all’Auditorium Centro Civico. Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio IAT allo 0434.80251 o all’indirizzo iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com, oppure l’Ufficio beni e attività culturali del Comune allo 0434.833295.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!