Sabato stand-up poetico sui Social di Pordenonelegge

20 Marzo 2020

PORDENONE. Poesia gioiosa e virale, per resistere alla pandemia con la forza delle parole e il contagio benefico dei versi: sabato 21 marzo, ancora una volta, pordenonelegge festeggia la Giornata Mondiale della Poesia. Lo farà dando appuntamento a tutti alle 10 sui canali social del festival (facebook, instragram e twitter), per la messa online di “qui, ancora… il 21 marzo, per incontrarci nella poesia”, lo stand up poetico che vedrà protagoniste le voci di tante giovani autrici e autori italiani. Tutti insieme, riuniti in un festoso video di poesia, per salutare la primavera con l’auspicio di nuove giornate di salute e serenità: la Giornata della Poesia, come ogni anno, in un abbraccio collettivo per ritrovare quella “straordinaria normalità” di cui tutti abbiamo bisogno.

Ed ecco le poetesse e i poeti che si alterneranno per noi, sabato 21 marzo, con i loro versi, nel progetto curato da Valentina Gasparet, Alberto Garlini, Gian Mario Villalta e Roberto Cescon, promosso da Fondazione Pordenonelegge: sono, in ordine di apparizione, Maria Borio (“Soppesi la mia vocazione” da “L’altro limite”, LietoColle-Pordenonelegge 2017), Tommaso Di Dio (“Guardo la porta” da “Verso le stelle glaciali”, Interlinea 2020), Marco Pelliccioli (“Cantieri e” inedito, uscito su “La Repubblica” del 9 marzo 2020), Maddalena Lotter (“More” da “Verticale”, LietoColle-Pordenonelegge 2015), Eleonora Rimolo (“Ci hanno detto di uscire il meno possibile” da “La terra originale”, LietoColle-Pordenonelegge 2018), Bernardo De Luca (“Dentro e fuori” da “Misura”, LietoColle-Pordenonelegge 2018), Naike Agata La Biunda (“U sapemu c’a biddizza ammucciata cc’o sangu” da “Accogliere i tempi ascoltando”, LietoColle-Pordenonelegge 2017), Giulia Rusconi (“Quando la gente sta seduta attorno al tavolo” da “Suite per una notte”, LietoColle-Pordenonelegge 2014), Alessandro Grippa (“Via San Pietro” da “Opera in terra”, LietoColle-Pordenonelegge 2016), Laura Di Corcia (“Il giallo è quel meccanismo estraneo” da “Alfabetiere privato”, LietoColle-Pordenonelegge 2016), Gian Maria Annovi (“Il libro attende” da “Persona presente con passato imperfetto”, LietoColle-Pordenonelegge 2018), Azzurra D’Agostino (“Le foglie nuove” da “In tutte le direzioni”, LietoColle-Pordenonelegge 2018) e Greta Rosso (“Sposami a pranzo” da “Manuale di insolubilità”, LietoColle-Pordenonelegge 2015).

La primavera poetica di pordenonelegge giunge al culmine della staffetta lanciata sul web e sui social sabato scorso, per offrire, attraverso #unapoesialgiorno, nuovi approdi di bellezza e resilienza. Un countdown per guardare insieme alla primavera, e a quel “sole che nel nuovo parco cittadino si rifrange sulle ciglia dei bambini addormentati (…)”, consapevoli che “c’è un rispetto fra i tronchi, si può fiorire l’uno accanto all’altro ma piano, a dovuta distanza, lasciare spazio al respiro dei rami”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!