Sabato si svelerà a Pineta il mosaico sul lungomare

30 Giugno 2022

LIGNANO. Giorgio Ardito, presidente della Società Lignano Pineta, e Gian Piero Brovedani, direttore della Scuola Mosaicisti del Friuli, hanno presentato stamattina, all’Hotel President, il decimo Simposio di Mosaico di Lignano Pineta, in corso, e che si concluderà con l’inaugurazione dell’opera Omaggio ad Afro Basaldella sabato 2 luglio alle 11, al Bagno 6 – bandiera francese. È dal 21 giugno che gli allievi del corso di perfezionamento della Scuola Mosaicisti del Friuli, Francesco Maccuro, Eva Marinig, Angelica Orlando, Noemi Roma, Laura Seravalli, stanno lavorando al completamento del mosaico che decorerà il rinnovato stabilimento balneare 6, davanti agli sguardi curiosi dei passanti che possono non solo chiacchierare con i mosaicisti, ma anche provare a tagliare e applicare alcune tessere.

Il soggetto del grande mosaico, elaborato dalla art director Lucia Ardito, unisce tre particolari di dipinti astratti del noto pittore friulano Afro Basaldella con sezioni di una fotografia in bianco e nero scattata negli anni Sessanta e pubblicata sulla rivista “Harper’s Bazaar”, dove Afro, nel suo studio, è assieme alla modella Deborah Dixon per un servizio di moda. Un mosaico di ampie dimensioni, due metri e mezzo per quattro, su cui i cinque mosaicisti hanno dedicato, attraverso un lavoro di squadra, più di due mesi di attività nei laboratori della Scuola Mosaicisti del Friuli, coordinati dagli insegnanti Giulia Palamin, Serena Leonarduzzi, Francesco Anchora e Luca De Amicis. In questi mesi hanno affrontato e risolto questioni non solo tecniche, ma anche interpretative con proposte che testimoniano l’apporto qualitativo che il mosaicista può dare in fase di esecuzione al progetto artistico.

«L’intervento allo stabilimento balneare 6 aggiunge un’ulteriore tappa al lungomare artistico di Lignano Pineta – ha dichiarato Giorgio Ardito, ripercorrendo la storia della collaborazione tra la Società Lignano Pineta e la Scuola Mosaicisti del Friuli -. Quest’anno il Simposio è alla sua decima edizione, un traguardo che cade nell’anno in cui la Scuola Mosaicisti del Friuli compie 100 anni. Una coincidenza che fa onore a questo evento capace di lasciare un segno sul territorio e di convogliare eccellenze della nostra regione».

Ultimo stabilimento balneare interessato da rinnovo e decorazione, l’ufficio n. 6 va a completare la galleria di mosaici del lungomare Kechler. Oggi gli ingressi alla spiaggia di Lignano Pineta non sono più identificati solo da numero e bandiera, ma anche dall’immagine a mosaico che campeggia sul lato strada. Tutti i mosaici sono stati realizzati dalla Scuola Mosaicisti del Friuli con soggetti e soluzioni esecutive diverse a dimostrare una varietà di possibilità e forme espressive.

«ll mosaico è un’arte peculiare della nostra regione – ha detto il direttore Brovedani -. La Scuola ha ereditato i saperi di un mestiere la cui tradizione nel Friuli occidentale è documentata già nel Cinquecento. I mosaici realizzati a Lignano, fin dal primo intervento iniziato nel 2011 per decorare la pensilina in piazza D’Olivo, sotto la passeggiata sopraelevata, dimostrano quanto l’arte musiva sia attuale, duratura, vivace, adatta a interventi in spazi urbani. La formula del simposio inoltre avvicina non solo gli appassionati, ma anche i curiosi, i turisti e tutti coloro che vogliono conoscere e vedere giovani artigiani all’opera, magari provando a impugnare una martellina o a posizionare una tessera. Un’esperienza accompagnata dalle spiegazioni dei mosaicisti, felici di raccontare il loro lavoro e di spiegare, con lo stesso entusiasmo con cui seguivano le lezioni alla Scuola, ciò che hanno appreso e ora faranno per professione».

Condividi questo articolo!