Roots & Culture Reggae Festival: lavori in corso

15 Gennaio 2018

LATISANA. Al Camping Girasole di Latisana, dal 26 al 29 luglio andrà in scena la prima edizione del Roots & Culture Reggae Festival, un evento organizzato dall’associazione culturale no profit Roots & Culture. L’idea è quella di proporre un evento basato su alcuni principi chiave, quali più accoglienza, più condivisione, più musica, più rispetto. L’associazione composta da volontari, con grande impegno, sta organizzando nei dettagli il programma perché il Camping, già location scelta negli anni dal Rototom Sunsplash e dal One Love Festival, si trasformi in un villaggio globale, dove ci si senta liberi, in pace e soprattutto si possa godere di quattro giorni sotto un sole splendente che illuminerà il cielo dei colori giamaicani, rosso, giallo e verde.

Sud Sound System

Grandi artisti nazionali e internazionali sono in attesa di essere confermati. Ma già a gennaio gli organizzatori sono in grado di annunciare alcuni nomi di sicuro richiamo. Per scelta, l’associazione ha infatti deciso di dare prima di tutto spazio ad artisti nazionali. Sul main stage ecco allora i Train To Roots, il più famoso gruppo sardo, da anni tra i protagonisti della scena reggae internazionale. Dal roots di matrice britannica che contraddistingue le produzioni iniziali, i Train To Roots hanno incorporato alla loro musica numerosi elementi contemporanei in una crescita continua, nutrendo le loro solide radici con la forte passione per la musica senza limiti che li caratterizza.

Oltre a loro, con oltre 25 anni di carriera, uno dei maggiori simboli del Reggae nostrano: i Sud Sound System. Il ritmo in levare degli Ambasciatori del Reggae italiano nel mondo, sempre alla ricerca di nuovi suoni e nuovi stimoli si mischia con la tradizione salentina, figlia della Taranta, vera e propria terapia in grado di curare il corpo e la mente. Don Rico, Terron Fabio e Nandu Popu sanno che il loro pubblico, che li conosce da sempre, li ama per quello che sono, per quello che hanno fatto e per quello che saranno.

Non può mancare certo, in un festival reggae che si rispetti, un’area dancehall e dub, che a partire dalle 24 di ogni giorno, saprà far saltare e ballare tutti coloro che vorranno divertirsi fino a tarda notte. Il primo sound annunciato è uno dei migliori del Nord Est d’Italia: da Padova i BomChilom. I vari background musicali dei componenti, gli permettono di spaziare attraverso molteplici stili e sonorità, suonando dalla Foundation al Digital, passando per l’Hip Hop e arrivando fino al Bashment.

Quattro giorni di incontri, musica e animazione, quindi in un campeggio super attrezzato a pochi chilometri dal mare di Lignano Sabbiadoro, raggiungibile in 5 minuti grazie al servizio navetta gratuito “Beach Reggae Bus”. Per chi desidera fermarsi in campeggio, ecco un’altra sorpresa. Una grande piscina, dotata di bar e soprattutto di palco, dove band, sound system e dj set, faranno da colonna sonora a tuffi e risate, tutti i giorni dalle 10 alle 19 con orario continuato, in attesa che il main stage inizi a suonare.

Ma il Roots & Culture Reggae Festival ha in serbo altre sorprese…

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!