Romeo e Giulietta con due saltimbanchi e una cortigiana

21 Novembre 2019

PREMARIACCO. Mancano poche ore all’apertura del sipario di TeatrOrsaria, la rassegna promossa dal Circuito Ert e dal Comune di Premariacco. Venerdì 22 novembre alle 20.45 gli attori della Compagnia Stivalaccio Teatro saliranno sul palco con Romeo e Giulietta – l’amore è saltimbanco, una rivisitazione in stile Commedia dell’Arte del classico shakespeariano. Il soggetto originale e la regia sono di Marco Zoppello che sarà in scena assieme ad Anna De Franceschi e Michele Mori. Lo spettacolo, dopo la data a TeatrOrsaria, ritornerà nel Circuito Ert mercoledì 4 dicembre a San Daniele e sabato 7 dicembre a San Vito al Tagliamento.

La giovane compagnia Stivalaccio Teatro negli ultimi anni ha rinnovato la Commedia dell’Arte, ottenendo grandi successi e riconoscimenti sia in Italia sia in Europa e riscrivendo testi classici attraverso la forma del “teatro nel teatro”. L’azione di questo Romeo e Giulietta è ambientata a Venezia nel 1574 quando due saltimbanchi, Girolamo e Giulio, vengono incaricati di recitare per Enrico III, futuro Re di Francia, nientemeno che la più grande e tragica storia d’amore di tutti i tempi: Romeo e Giulietta. Nel campiello compare anche Veronica, “honorata cortigiana” della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile parte dell’illibata giovinetta. Si assiste dunque ad una “prova aperta”, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma. I tre attori della compagnia rileggono il classico shakespeariano con il loro stile irriverente e scanzonato, coinvolgendo il pubblico in un divertente mix di trame, dialetti, improvvisazioni, duelli e pantomime. Una macchina comica che sa rendere contemporanea una tradizione senza tempo.

Stivalaccio Teatro sarà protagonista nei Teatri Ert anche nel 2020 con Il malato immaginario – l’ultimo viaggio che andrà in scena il 17 gennaio a Polcenigo e il 18 gennaio a Grado.

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando la Biblioteca di Permariacco (0432 729405).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!