Ritorna Cinemadivino: buoni film e buon vino a Pordenone

20 Giugno 2018

PORDENONE. Ritorna l’appuntamento con Cinemadivino FVG, ormai alla sua quarta edizione in regione, organizzato da Cinemazero e Associazione Le Donne del vino FVG. Anche quest’anno il gusto del buon vino si unirà in un connubio perfetto a quello del buon cinema, fornendo al pubblico l’occasione di conoscere le eccellenze che caratterizzano il nostro territorio, seguendo il principio stesso che sta alla base di Cinemadivino, progetto che unisce le possibilità straordinarie legate alla sinergia tra il paesaggio e la narrazione dei produttori di vino, nel segno della settima arte.

“In questi luoghi è possibile conoscere il lavoro delle persone che con il loro impegno ci consentono di assaporare i prodotti della nostra terra”, afferma Carlo Catani, presidente di Cinemadivino Italia. E continua: “È possibile conoscere queste storie nelle serate di Cinemadivino, e questo prima del film che ci consentirà un altro grande abbinamento, quello di cinema, vino e paesaggio, che rende ogni serata unica e magica”.

Si comincia dunque giovedì 21 giugno alle 19.30 all’Azienda Vigna Belvedere di Elisabetta Cichellero Fracca (via Belvedere, 53, località Azzanello, Pasiano di Pordenone) con il film Finché c’è prosecco c’è speranza di Antonio Padovan, un noir ambientato nella campagna veneta, tra le colline del Prosecco, dove l’ispettore Stucky, interpretato magistralmente da Giuseppe Battiston, è chiamato a investigare su un apparente caso di suicidio: quello del facoltoso conte Desiderio Ancillotto, che si è tolto la vita con un gesto teatrale e improvviso.

Ad accompagnare la serata, oltre all’ottimo Prosecco, le pizze che vantano come ingrediente proprio il Prosecco, preparate con la collaborazione del Punto Pizza da Mauri e dalla Pasticceria Giotto, che confeziona all’interno del carcere di Padova prodotti di alta qualità con metodi artigianali e materie prime di prima scelta.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!