Riparte la stagione di La Contrada con Teatro a Leggio

27 Ottobre 2018

TRIESTE. Una stagione di qualità, che mescola testi classici ricchi di suspense a quelli inediti, senza tralasciare la commedia, libri freschi di stampa e un appuntamento straordinario musicale. Questa la sintesi della stagione degli Amici della Contrada, che quest’anno festeggia 20 anni, presentata nel corso della conferenza stampa presieduta da Daniela Gattorno, presidente dell’Associazione.

Ariella Reggio

«Siamo stati tra i primi a credere in questa forma di teatro, con i tanti testi portati in scena a cura di Francesco Macedonio e Mario Licalsi. – ha ricordato la presidente – una formula quella del teatro a leggìo che consente di portare sulla scena testi difficili da presentare altrimenti ma che attraverso il reading possono essere portati a conoscenza. Oggi, dopo venti anni, cerchiamo di evolvere questo format, senza snaturare il concetto di lettura scenica, attraverso l’uso di costumi, musiche e oggetti di scena che arricchiscono la classica performance incentrata prevalentemente sulla lettura. Come regalo di compleanno gli Amici stanno pensando a delle formule nuove per avvicinare i giovani come, speriamo, l’utilizzo di musiche dal vivo e attori ospiti della Contrada in scena davanti a un leggìo».

Il cartellone del “Teatro a Leggìo” 2018|2019, che si terrà al Teatro Orazio Bobbio i lunedì alle 17.30, prevede sei serate che spazieranno dai classici ai testi di autore contemporaneo, dalla drammaturgia italiana a quella europea oltre ad una serata incentrata sull’opera letteraria di Natalia Ginzburg. Primo appuntamento lunedì 29 ottobre al Teatro Bobbio con la lettura scenica ricca di suspense “I TOPI” di Agatha Christie con Gualtiero Giorgini, che ne cura anche la regia, insieme a Daniela Gattorno, Elke Burul e Giacomo Seguglia. Invitati a una festa in un appartamento di Londra, Sandra Gray e David Forrester si ritrovano da soli. Qualcuno sa della loro relazione e li ha rinchiusi dentro… Il 19 novembre sarà la volta dell’amata Ariella Reggio in “Italo Svevo, genero letterario” di Tullio Kezich per la regia di Elke Burul.

Oltre ai titoli proposti per il Teatro a Leggìo ritornano anche gli incontri letterari, il primo in calendario sarà il 26 novembre con la presentazione del libro di Rino Alessi dal titolo “Daniela Mazzucato la regina dell’operetta” edito MGS PRESS. Inoltre, novità di quest’anno, ci sarà anche un appuntamento musicale: il concerto “PIERINO E IL LUPO” con la voce recitante di Daniela Gattorno accompagnata dall’Orchestra Sinfonica “Thomas Schippers” diretta da Carlo Grandi domenica 6 gennaio alle 16.30. La stagione di Teatro a Leggìo proseguirà il 7 gennaio con “L’ORSO” di Anton Čechov con alcuni attori della Compagnia della Contrada.

Il 18 febbraio sarà la volta di “LE PAROLE DI NATALIA” tratto da testi scelti di Natalia Ginzburg, di e con Daniela Gattorno e Sara Alzetta. Il 4 marzo sarà invece il momento del sinistro e bellissimo testo “Prima della pensione” di Thomas Bernhard con la regia di Elke Burul. Ultimo appuntamento l’8 aprile con “La signorina Julie” di August Strinberg, per la regia di Daniela Gattorno con Enza De Rose.

La quota associativa ordinaria è di 20 euro, 17 per gli abbonati alla Contrada e 12 per chi presenta un nuovo socio. I tesseramenti sono possibili presso il foyer del Teatro Bobbio ogni pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30. Sarà possibile tesserarsi anche nelle giornate delle letture di “Teatro a Leggio”, ma tassativamente dalle 16 alle 17. Oltre alla normale quota associativa è possibile sostenere il teatro e diventare sostenitore Oro.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!