Relazioni pericolose a teatro

28 Novembre 2017

MONFALCONE. La stagione di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, mercoledì 29 e giovedì 30 novembre alle 20.45, con lo spettacolo Le relazioni pericolose, tratto dall’omonimo, celebre romanzo di Choderlos de Laclos. Generale, scrittore, giacobino, governatore sotto Napoleone, Laclos è stato capace di danzare con la storia, con le arti e con tutti i poteri che si sono avvicendati in quel secolo straordinario.

Elena Bucci (Premio Duse e Premio Ubu come Migliore attrice) e Marco Sgrosso, figure fra le più originali del panorama teatrale contemporaneo, si lasciano tentare dall’idea di mettere in scena il romanzo epistolare di Laclos, la cui versione cinematografica firmata da Stephen Frears ha reso immortali le vicende della marchesa di Merteuil e del visconte di Valmont. E vincono la sfida. Con grande intelligenza e inventiva traducono sul palcoscenico le 175 lettere che compongono il carteggio, nella Parigi del ‘700, dei due libertini che decidono di giocare con la vita e i sentimenti di due giovani, ingenui innamorati, il cavaliere di Danceny e Cécile Volanges.

Prodotto dal Centro Teatrale Bresciano con la collaborazione artistica de Le Belle Bandiere, lo spettacolo è diretto dagli stessi Bucci e Sgrosso (che firmano anche il progetto e l’elaborazione drammaturgica) e vede in scena, al loro fianco, Gaetano Colella. Elena Bucci è straordinaria nel dare corpo e voce alla Marchesa di Merteuil e alla Presidentessa di Tourvel; Sgrosso restituisce in scena, in maniera eccellente, il Visconte di Valmont; al bravissimo Gaetano Colella il compito di vestire i panni del narratore Laclos, che dà voce a sua volta ad alcuni personaggi della storia.

Alle 20, al Bar del Teatro, nell’ambito di “Dietro le quinte”, avrà luogo una breve presentazione dello spettacolo a cura di Paolo Quazzolo, docente di Storia del Teatro all’Università degli Studi di Trieste. Biglietti: al Teatro (0481 494 664), Biblioteca Comunale di Monfalcone, ERT di Udine, prevendite Vivaticket e su www.vivaticket.it; la Biglietteria del Teatro accetta prenotazioni telefoniche.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!