Rapporti commerciali di Aquileia con l’Egeo. Online

16 Febbraio 2021

UDINE. Il 18 febbraio alle 18, nell’ambito degli incontri organizzati dalla Società friulana di archeologia d’intesa e in collaborazione con l’Istituto germanico di Roma, vi sarà un nuovo incontro online dedicato ad Aquileia. Parlerà Diana Dobreva, apprezzata ricercatrice ora in servizio all’Università di Verona, la quale illustrerà il commercio di prodotti egei ad Aquileia (anfore, ceramiche fini e da cucina). Si tratta di una tematica che solo negli ultimi anni è stata sviluppata all’interno del pur vasto panorama degli studi sulla cultura materiale della città antica.

L’analisi di questi prodotti offre la possibilità di osservare in dettaglio come variano nel tempo le importazioni che dall’area egea giungono nell’Adriatico tra tarda età repubblicana e il Tardoantico. Fino a non molti anni fa si guardava ad Aquileia soprattutto come il terminale della via dell’ambra e quindi si mettevano in evidenza i suoi rapporti con l’area transalpina e l’Europa settentrionale, oppure i legami con l’Africa, in special modo con le regioni delle attuali Tunisia e Libia. Ora, grazie anche agli intensi studi svolti nell’Asia Minore e in generale nel Mediterraneo orientale, è possibile ampliare la visione anche a queste zone, raggiunte via mare.

Diana Dobreva, autrice di numerosi studi sulle anfore e sulle lucere, si avvale anche della sua conoscenza diretta di molto materiale recuperato durante gli scavi nell’area balcanica.

Per il collegamento piattaforma Zoom, progetto Agorà del Sapere, si devono utilizzare le seguenti coordinate ID 93315424819 – Password 573463 – oppure
https://zoom.us/j/93315424819pwd=QlVlZENJc0ZlQW5pcUg0WXZ4ZXVWUT09

Condividi questo articolo!