Quattro mani e un pianoforte: domani concerto a Trieste

2 Ottobre 2016

TRIESTE. La suggestione del pianoforte a quattro mani per il concerto di Philippe Cassard e Cedric Pescia, due artisti di grande notorietà internazionale riuniti a Trieste in “Dialogo a due, poesia sonora”, terzo concerto del Festival pianistico “Giovani interpreti & grandi Maestri” 2016: lunedì 3 ottobre, alle 20.30 nella sala Ridotto del Teatro Verdi appuntamento imperdibile nel segno di partiture dedicate a Mozart, Brahms e Schubert, eseguite dai due talentuosi pianisti. E’ un repertorio che richiede una fusione di suono e un affiatamento particolare, ma anche la capacità di misurarsi a stretto contatto sulla stessa tastiera, il che significa l’ascolto continuo e assoluto del proprio suono in funzione dell’altro. Quindi non è un lavoro facile per due solisti, che in nome di questo dialogo finissimo devono saper rinunciare in alcuni momenti alla loro presenza da leader in nome del rapporto a due e dell’intreccio poetico.

In cartellone fino al 17 ottobre 2016, il 15^ Festival pianistico “Giovani interpreti & grandi Maestri” è curato e promosso da Chamber Music Trieste per la direzione artistica di Fedra Florit. INFO presso Associazione Chamber Music, tel. 040.3480598 www.acmtrioditrieste.it Biglietti presso Ticket Point Trieste.

A partire dal 1985, anno in cui si è esibito a Parigi con Christa Ludwig, Philippe Cassard ha intrapreso una fitta attività concertistica, sia come solista che in formazioni di Musica da camera. Nello stesso anno ha vinto il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale di Dublino. Si è poi esibito con orchestre quali London Philharmonic, Orchestra Sinfonica della Città di Birmingham, BBC Philharmonic e BBC Wales, Orchestra Nazionale di Francia. Ha lavorato con molti direttori d’orchestra tra cui Sir Neville Marriner, Jeffrey Tate, Vladimir Fedossejev, Yan Pascal Tortelier, Raimond Leppard, Charles Dutoit, Armin Jordan, Marek Janowski, Emmanuel Krivine, Thierry Fischer.

Cédric Pescia, pianista con doppia nazionalità, francese e svizzera, è nato a Losanna. Ha studiato con Christian Favre al Conservatorio di Musica di Losanna e successivamente con Dominique Merlet al Conservatorio di Ginevra dove ha vinto il Primo Premio di Virtuosità con lode e completato poi gli studi con Klaus Hellwig all’Università delle Belle Arti di Berlino. Ha tenuto tournée di concerti in Europa, Cina, Sud America, Nord Africa e negli Stati Uniti. Oltre all’attività solistica, l’amore di Pescia per la musica da camera lo porta spesso a suonare con altri musicisti. Bellissimo e recensito entusiasticamente dalla critica il cd registrato con Cassard sul repertorio a quattro mani di Schubert.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!